Giovani reporter per una nuova mobilità a Carmagnola

401

Scade il 30 aprile 2019 il concorso “Tutta nostra la città” -promosso da Legambiente Il Platano, Bcc e Il Carmagnolese- per la produzione di articoli sulla mobilità sostenibile a Carmagnola e territorio.

concorso scolastico sulla mobilità sostenibile

Si chiude il 30 aprile il concorso letterario-giornalistico sulla mobilità sostenibile “Tutta nostra la città”, rivolto alle classi IV delle scuole superiori e organizzato da Legambiente Il Platano in collaborazione con la Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano Stura e “Il Carmagnolese” come media partner.

Per partecipare, gli studenti devono elaborare un articolo di giornale che abbia come tema uno o più aspetti legati alla mobilità sostenibile del territorio in cui vivono.

«Il contest si pone l’obiettivo di fornire un’occasione di riflessione sulla necessità di un ripensamento delle modalità di spostamento con l’individuazione di alternative delle modalità di spostamento e della qualità degli spazi urbani -spiegano dal Circolo cittadino di Legambiente– La mobilità sostenibile è per tutti un diritto e un’opportunità di crescita culturale, sociale, ambientale ed economica».

Possono prendere parte al concorso tutti i ragazzi iscritti al quarto anno delle scuole secondarie di secondo grado (superiori) di Carmagnola. Ogni partecipante può partecipare con un solo articolo dattiloscritto (non sono ammessi manoscritti) della lunghezza massima di 3.500 battute, spazi compresi, che dovrà essere inviato all’indirizzo email concorsilegambiente@gmail.com entro il 30 aprile.

La classifica sarà stilata da una Giuria specializzata; i primi tre classificati riceveranno una carta prepagata nominativa “Ora o mai più”, messa a disposizione dalla banca, del valore di 200, 100 e 50 euro.
I primi dieci classificati riceveranno un omaggio messo a disposizione da Legambiente.
“Il Carmagnolese” pubblicherà alcuni degli articoli presentati.

Regolamento completo e modulo d’iscrizione sul sito www.legambienteilplatano.it; per informazioni, contattare la pagina Facebook LegambienteilPlatano.