Nubifragio a Racconigi, il bilancio dei Vigili del Fuoco

307

La città di Racconigi è stata colpita, nella giornata di lunedì, da un violento nubifragio: numerose sono state le chiamate da parte dei cittadini ai Vigili del Fuoco volontari. Colpito anche il Centro Cicogne.

Nubifragio a Racconigi
Il nubifragio ha colpito anche il Centro Cicogne e Anatidi (immagine: Lorenza Vaschetti, Associazione Centro Cicogne e Anatidi, Racconigi)

Nel pomeriggio di lunedì 7 giugno la città di Racconigi è stata colpita da un violento nubifragio che si è abbattuto sul centro cittadino.

“Abbiamo ricevuto tante chiamate per allagamenti, ma, per fortuna, non ci sono stati danni veri e propri –spiega Andrea Bordese, comandante del distaccamento di Racconigi dei Vigili del Fuoco volontari– Siamo riusciti a mettere insieme tre squadre, per intervenire nel più breve tempo possibile. Sono anche venuti a darci una mano i Vigili del Fuoco di Savigliano, Cuneo e Saluzzo“. 

Vigili del Fuoco di Racconigi: bilancio 2020 e nuovi progetti

L’acqua si è abbattuta in particolare sul centro cittadino, con una potenza inaudita, allagando anche l’auditorium della scuola media e colpendo il Centro Cicogne e Anatidi.

“Le cicogne hanno tentato di resistere alla bomba d’acqua, rimanendo ancorate ai nidi per cercare di proteggere il più possibile i loro piccoli –raccontano dall’oasi del Centro- Purtroppo la colonia formata da una ventina di Cavalieri d’Italia, che ogni anno tornano dall’Africa per venire a nidificare a Racconigi, è stata spazzata via dal nubifragio e nessun nido è stato risparmiato. Ormai non c’è più tempo per una seconda covata, per cui probabilmente gli adulti si sposteranno altrove”. 

I bambini della materna abbelliscono il Centro cicogne di Racconigi