La storia dell’incisione in mostra a Palazzo Lomellini

389

Inaugurata a Palazzo Lomellini di Carmagnola la mostra dedicata a cinque secoli di incisione, che durerà fino al 30 giugno. Un percorso nella storia dell’arte da Durer ai giorni nostri, passando per Rembrandt, Picasso e Morandi.

 

Palazzo Lomellini Carmagnola incisione ph Il Carmagnolese

E’ stata inaugurata oggi pomeriggio a Palazzo Lomellini di Carmagnola la mostra “Passato e Presente – Cinque secoli d’Incisione”, a cura di Vincenzo Gatti, che resta visitabile fino al prossimo 30 giugno.

Mostra incisione Palazzo Lomellini Carmagnola ph Il Carmagnolese
Un’opera di Picasso esposta a Carmagnola

Il museo civico di piazza Sant’Agostino 17 ha così aperto gli eventi del “Mese della Cultura” di giugno, con un’esposizione d’arte di altissimo livello.
Oltre 30 gli autori esposti, in un percorso che parte dal 1504 (con l’Adamo ed Eva di Dürer) fino ai giorni nostri, spaziando da Picasso a Morandi, da Casorati a Rembrandt.

Una mostra d’eccezione per la nostra città -l’ha definita l’assessore alla cultura, Alessandro Cammarata, nel discorso inaugurale- Raramente capita di avere così tante opere originali di artisti che hanno fatto la Storia dell’Arte mondiale“.

Riccardo Cordero, presidente dell’Associazione Piemontese Arte, ha illustrato le caratteristiche salienti della mostra: “Abbiamo voluto coprire cinque secoli di tecniche dell’incisione. Non è sicuramente una mostra esaustiva, ma di particolare raffinatezza“.
L’allestimento, in particolare, è stato studiato per consentire ai visitatori di ammirare in tranquillità le opere, senza eccessivo affollamento. Anche l’illuminazione, volutamente poco aggressiva, mira a preservare le incisioni.

Si tratta di una retrospettiva storica, in cui per scelta non abbiamo esposto artisti viventi -ha spiegato il curatore Vincenzo Gatti– Tramite esempi di tutti questi ultimi secoli, si è scelto un percorso anche didattico, tra le varie forme di incisione“.
Un dettagliato pannello illustrativo -riportato anche nel catalogo ufficiale della mostra- illustra infatti le caratteristiche salienti di ciascuna tecnica.

Il sindaco Ivana Gaveglio, presente alla cerimonia di apertura, ha lodato gli organizzatori della mostra, parlando di “Futuro positivo per il nostro Palazzo Lomellini“.
Tutti i presenti hanno ringraziato i volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri che garantiscono la tutela delle opere.

La mostra è visitabile gratuitamente, nei seguenti orari di apertura: giovedì, venerdì, sabato 15:30-18:30; domenica 10:30-12:30 e 15:30-18:30.
Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio musei del Comune allo 011-9724238 o visitare il sito  www.palazzolomellini.com.