A Peperò 2017, le migliori eccellenze enogastronomiche locali e nazionali

116

Sono oltre 200 gli espositori che propongono, fino al 10 settembre, le loro migliori specialità culinarie, in occasione della 68^ Fiera del Peperone di Carmagnola – Peperò, da quest’anno Fiera Nazionale. In un’area di 14.000 mq, suddivisa ulteriormente in 40 sottoaree, è allestita una grande Rassegna Commerciale con espositori provenienti non solo dal Piemonte, ma anche dal resto dell’Italia.
Tante le novità enogastronomiche, i piatti tipici, i prodotti locali e nazionali che i visitatori possono degustare comodamente e in compagnia. Come sempre, l’offerta enogastronomica è molto ampia e in quasi tutti i piatti proposti è presente il Peperone, protagonista indiscusso di questa storica kermesse. Accanto al Peperone, le pietanze e i prodotti proposti sono principalmente: salumi, conserve, primi piatti di qualità indiscussa, carni, formaggi e dolci di pasticceria, il tutto accompagnato da vini, birre artigianali e liquori selezionati.
L’area di maggior interesse enogastronomico è sicuramente Piazza dei Sapori (Piazza Mazzini), luogo di ristoro, svago e incontro in cui è possibile assaporare cibi e bevande della tradizione locale oppure consumare comodamente un pasto completo, acquistando direttamente dalle aziende produttrici i piatti più invitanti, come bruschette di peperoni e acciughe; formaggi tipici e salumi piemontesi DOP; pasta fresca con sughi ai Peperoni di Carmagnola; fritto misto piemontese e fritto misto di pesce; paccheri di Gragnano con baccalà e peperoni; tinca dorata di Ceresole “Slika”; tajarin alla crema di peperone di Carmagnola; funghi porcini fritti e trifolati; peperone corno di Carmagnola con bagna caoda; bocconcini di coniglio grigio di Carmagnola; sfilatino cotto al forno farcito con formaggi, salumi DOP piemontesi e straccetti di lonza di suino piemontese e peperoni di Carmagnola e molto altro.
All’atmosfera frizzante della storica Piazza dei Sapori, seguono le più tradizionali e caserecce atmosfere di Piazza Antichi Bastioni, Piazza Raineri, viale Garibaldi, zona Giardini del Castello, con Cascina Piemonte e il Villaggio Tirolese, Piazza Manzoni, con il Salone della Solidarietà a favore delle zone terremotate del Centro Italia e il Paniere dei Prodotti Tipici della Provincia di Torino, allestiti nella Chiesa di San Filippo, e, infine, Piazza Bobba, con Osteria Italia, un complesso di stand dedicato alla cucina tipica regionale.
Crudo di Norcia e pecorino umbro, focaccia e panzerotto barese, puccia con polpo, tiella barese e pasticciotto leccese, orecchiette pugliesi con cime di rapa e peperoni, risotto veneto al radicchio e peperoni sono solo alcune delle tante novità culinarie che i visitatori possono trovare nelle suddette aree.
Di particolare interesse, i piatti dello stand rigorosamente gluten free “NEMO – Società Cooperativa Sociale Onlus”, di Piazza Antichi Bastioni, preparati con frutta e verdura locali, a filiera corta, e con carni di alte macellerie. Ogni sera è proposto ai visitatori un menù completo, sempre diverso, con un antipasto, un primo, un secondo con contorno e un dolce a scelta, a un prezzo onesto.