Piemonte, cambiano diverse norme regionali

234

Il Consiglio regionale del Piemonte, con l’approvazione della legge di riordino, avvia la modifica e la semplificazione di diverse norme che riguardano l’agricoltura, il commercio, l’assistenza, la cultura, l’ambiente e la caccia.

leggi piemonte
Cambiano diverse leggi della Regione Piemonte, con l’approvazione in Consiglio della legge di riordino [immagine di repertorio]
E’ stata approvata dal Consiglio regionale la legge di riordino, provvedimento che modifica alcune norme regionali semplificandole, aggiornandole alla legislazione nazionale e attualizzandole alla nuova realtà del Piemonte.

I temi trattati sono tanti. Tra le diverse novità, per quanto riguarda l’assistenza, si segnalano una maggiore efficienza per l’auto-recupero degli alloggi di edilizia sociale da parte degli assegnatari, garantendo il 100% delle spese sostenute in base a una graduatoria stabilita con bando. Nella formazione delle graduatorie faranno parte degli aventi diritto i coniugi legalmente separati o divorziati che non dispongano più della casa coniugale per decisione del giudice.

Arrivano le api al Bosco del Gerbasso di Carmagnola

Per quanto riguarda l’agricoltura, l’ambiente e la caccia, si disporrà di un fondo per la prevenzione e i risarcimenti dei danni alle coltivazioni provocati dalla fauna selvatica e dall’attività venatoria; Province e Città metropolitana potranno utilizzare per i piani di controllo della fauna selvatica i cacciatori e le guardie venatorie volontarie che abbiano acquisito una formazione specifica; inoltre, per la tutela delle le api e degli altri insetti pronubi, durante il periodo della fioritura sarà vietato l’uso di insetticidi e fitofarmaci.

Tra gli emendamenti approvati figurano l’aumento di alcune sanzioni nel settore delle cave, le regole per la partecipazione ai mercatini, la creazione del registro del disability manager, il sostegno ai Centri di recupero per animali selvatici, alcune modifiche alla legge sulla produzione di canapa, la possibilità di utilizzare il voucher scuola per l’acquisto di materiale didattico finora escluso.

Il Consiglio comunale di Carmagnola sostiene la coltura della canapa