Piobesi, l’Accademia di alta Cucina Ifse compie dodici anni

522

L’Accademia di alta Cucina e Pasticceria di Piobesi Torinese compie 12 anni e ha approfittato del lockdown per alcuni lavori di ristrutturazione.

accademia di cucina piobesi
L’Accademia di Cucina Ifse di Piobesi Torinese compie 12 anni (foto di Saverio Pisano – IFSE)

Compie 12 anni l’Accademia di alta cucina ospitata nel castello medievale di Piobesi Torinese. La scuola è stata fondata dall’associazione IFSE – Italian Food Style Education ed è l’unica scuola del settore ad essere riconosciuta come “eccellenza italiana” dal Segretariato generale della Repubblica.

Durante il lockdown anche la scuola ha dovuto chiudere le porte agli studenti, approfittandone per realizzare lavori di ristrutturazione: sono così nati il laboratorio di pasticceria, una sala per la nuova scuola amatoriale “Let’s Cook” e una sala-bar.
Gli altri due piani, già esistenti, ospitano sale per cene organizzate dalla scuola, un laboratorio di cucina per gli studenti, la sala per la degustazione di vino e olio e un nuovo laboratorio per produrre pasta.

L’idea di fondare una scuola di cucina è nata nel 2006, anno in cui la Regione Piemonte ha emanato una legge per favorire il turismo. Raffaele Trovato, direttore e fondatore dell’IFSE, ha scelto il Torinese, poiché da sempre la Gastronomia si era affermata tra Langhe, Roero e Monferrato e mai in altre zone. “Ero stato colpito dal castello di Piobesi, una struttura elegante ma ristretta e di qualità, come sede per la scuola“, ricorda.

Gli studenti della scuola sono stati migliaia e provengono da oltre venti Paesi nel mondo. Il carattere internazionale dell’associazione ha portato alla fondazione di altre tre sedi della scuola: in Corea del Sud, a Taiwan e in Lituania.

Negli ultimi anni sono stati anche numerosi i giovani italiani che hanno scelto l’Accademia di alta Cucina e Pasticceria IFSE: ne sono un esempio i ragazzi che concludono la scuola alberghiera e decidono di specializzarsi a Piobesi.
Gli studenti hanno la possibilità di risiedere da uno a cinque mesi, grazie alle convenzioni tra la scuola e alcune strutture del paese -sottolineano dalla scuola- Molti allievi tornano dopo anni, in veste di turisti“.

L’Accademia di alta Cucina è attiva sul territorio piobesino anche con corsi amatoriali e, da anni, offre corsi e visite guidate per le scuole elementari e medie del paese, per i bambini bielorussi che ogni anno sono ospitati da alcune famiglie e in occasione della Sagra del Pane nel mese di settembre.

Il futuro della scuola? Il direttore Trovato immagina di “aprire nel parco del castello qualcosa di legato al sociale, magari rivolto ai bambini, rimettendo in sesto l’orangerie e il parco per attività pensate per i più piccoli“.