Previsioni settimana 29 novembre – 2 dicembre: un po’ di tregua tra un’irruzione fredda e l’altra

403

Siamo attualmente nel pieno dell’ irruzione di aria molto fredda dalla Groenlandia che sta portando la prima vera invernata su gran parte d’Europa, con nevicate a quote basse o molto basse su varie zone del centro-nord Italia. Le nostre zone invece sono restate e resteranno fuori da nubi e precipitazioni data la direttrice da N-NW delle correnti in quota, solitamente mai favorevole ai fenomeni, ma il freddo si è fatto sentire parecchio in quota e si propagherà anche al suolo tra oggi e domani, con i primi valori termici negativi diffusi della stagione. Le fredde correnti settentrionali si indeboliranno progressivamente nella giornata di domani, quando la saccatura depressionaria artica si allontanerà verso est e contemporaneamente si estenderà parzialmente verso l’Italia l’anticiclone delle Azzorre. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la giornata di domani:

Si nota il timido tentativo di espansione dell’anticiclone delle Azzorre, con i suoi massimi di pressione in pieno oceano Atlantico, verso l’Europa occidentale, mentre la saccatura depressionaria artica si allontana verso i Balcani ma ancora continuando a richiamare residua aria fredda da N-NW verso l’Italia.

Tuttavia la tregua anticiclonica avrà breve durata, poichè una nuova saccatura artica è pronta ad estendersi verso tutta l’Europa centro-occidentale tra mercoledì e giovedì, con altra aria fredda che dalla Groenlandia si porterà velocemente verso la Gran Bretagna e poi verso la Francia. Nel frattempo una perturbazione, sospinta da correnti in quota da W-SW e strettamente legata alla saccatura artica, dalla Francia si porterà verso le nostre zone tra mercoledì pomeriggio e la notte su giovedì ma senza produrre probabilmente fenomeni; al suo passaggio, ovvero nella seconda parte di giovedì, il tempo tornerà a migliorare ma arriverà l’aria fredda, che si farà sentire inizialmente in quota dopo il temporaneo addolcimento termico tra domani e mercoledì.

La giornata odierna, dopo una mattinata appena disturbata da qualche nube di passaggio, trascorrerà con cielo sereno o poco nuvoloso dappertutto. Ventilazione generalmente debole. Temperature massime poco superiori ai 5 °C.

La giornata di domani sarà anch’essa caratterizzata da cielo sereno o poco nuvoloso per temporanee e parziali velature alte. Ventilazione debole. Temperature minime circa stazionarie, con valori poco inferiori agli 0 C° (punte fino a -4/-5 °C); massime circa sui valori di oggi.

La giornata di mercoledì partirà con cielo sereno o poco nuvoloso in mattinata, ma nel pomeriggio la nuvolosità aumenterà progressivamente a partire da ovest per l’arrivo della perturbazione dalla Francia, fino ad avere cielo nuvoloso o coperto tra il tardo pomeriggio e la serata. Precipitazioni assenti. Tendenza a miglioramento a partire da ovest subito dopo la mezzanotte, con le prime schiarite. Ventilazione generalmente debole. Temperature minime stazionarie od in lieve aumento, ma con valori sempre leggermente negativi; massime in lieve calo, con valori intorno o poco superiori ai 5 °C.

La giornata di giovedì vedrà il ritorno a condizioni di cielo generalmente poco nuvoloso, ad eccezione di nubi basse e/o banchi di nebbia in mattinata, con ventilazione per lo piu’ debole. Temperature circa sui valori di mercoledì o leggermente superiori nei valori massimi.