“Riapriamo insieme Sant’Agostino” al via!

682

Il Comune di Carmagnola ha lanciato la campagna di crowdfunding “Riapriamo insieme Sant’Agostino” per recuperare la storica chiesa del centro storico.

Riapriamo insieme la chiesa di Sant'Agostino Carmagnola - Foto di Francesco Rasero per "Il Carmagnolese"
Lanciata online la campagna di crowdfunding “Riapriamo insieme la chiesa di Sant’Agostino” a Carmagnola

L’Amministrazione comunale avviato la campagna di crowdfunding civico “Riapriamo insieme Sant’Agostino”, per riaprire al pubblico la chiesa,monumento nazionale inaccessibile dal 2014 per motivi di sicurezza.

L’edificio storico si affaccia sull’omonima piazza ed è il complesso monumentale più rappresentativo della città. Storicamente fu fulcro della vita sociale della Comunità carmagnolese sotto ogni aspetto (religioso, artistico e storico) nonché il luogo in cui vennero emessi i voti all’Immacolata Concezione per la peste del 1522 e del 1630.

Edificata a inizio Quattrocento, di connotazione gotica, la chiesa presenta all’interno sovrapposizioni barocche, affreschi, iscrizioni, stemmi nobiliari, un organo cinquecentesco, un coro ligneo del 1457 e anche una stele funeraria romana del I secolo d.C. Il limitrofo convento venne popolato dagli agostiniani fino al 1858, quando tutto il complesso fu acquistato dal Comune. La chiesa e il suo campanile sono stati dichiarati monumento nazionale nel 1910, attraverso vincolo monumentale con una nota ministeriale.

«Vogliamo restituire ai carmagnolesi questo grande bene culturale e il crowdfunding civico è lo strumento adatto a raccogliere fondi online per finanziare opere pubbliche con l’aiuto dei cittadini», spiegano dal Comune.
La cifra da raggiungere è di 10.000 euro e ci sono tre mesi di tempo (sino al 28 aprile). La campagna è stata lanciata online sulla piattaforma DeRev. Sono previste ricompense per tutti coloro che prenderanno a cuore il progetto e decideranno di contribuire con una donazione.

«Raggiungendo l’obiettivo, l’Amministrazione avvierà i lavori per la messa in sicurezza della chiesa, con la pulizia e il posizionamento di reti protettive al di sotto dei soffitti, per rendere l’edificio nuovamente accessibile -proseguono da Palazzo- Sarà il primo passo verso la riscoperta di questo “gioiello” artistico, in attesa del completo restauro, che proseguirà interessando il tetto e la facciata con opere che hanno già ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza per i Beni culturali».

Maggiori informazioni sono disponibili online (con anche un video di presentazione della chiesa), a partire dal sito del Comune di Carmagnola, ed è stata aperta la pagina Facebook dedicata Riapriamo insieme la chiesa di Sant’Agostino.
Per contatti, rivolgersi all’Ufficio ricerca fondi del Comune, telefono 011-9724240 (Paola Bortolotti), email ricercafondi@comune.carmagnola.to.it.