Riqualificazione per il centro sportivo “Renzo Cavagnero” di Santena

461

Riqualificazione e ammodernamento in vista per il centro sportivo di Santena “Renzo Cavagnero”.

Renzo Cavagnero"

Via libera dell’Amministrazione comunale di Santena alla riqualificazione dell’impianto sportivo “Renzo Cavagnero” di via Trinità 10. La Giunta ha infatti approvato il progetto definitivo di ammodernamento dell’impianto, gestito dall’Asd Santena 2014.

Il piano di lavoro prevede la realizzazione di nuovi spogliatoi e l’aumento dei servizi igienici, l’adeguamento degli spazi interni per l’eliminazione delle barriere architettoniche in tutti i locali a servizio degli atleti e degli arbitri e la realizzazione degli spogliatoi dedicati per la terna arbitrale, distinti per sesso e dotati di servizio igienico in conformità alle norme regolamentari del Coni (Comitato Olimpico Nazionale Italiano).

Ciascun spogliatoio, inoltre, sarà realizzato per un massimo di nove utenti con docce dedicate e bagno in comune ma adattabili e utilizzabili così in modo flessibile.
Il progetto prevede anche la riqualificazione energetica, la sostituzione dei serramenti attualmente in ferro, il rifacimento del manto di copertura con l’inserimento di uno strato isolante adeguato alla normativa attuale in materia di risparmio energetico.

Verranno inoltre inseriti dei pannelli fotovoltaici in copertura. I lavori di ammodernamento riguarderanno inoltre l’individuazione di nuovo locale tecnico per l’installazione di un generatore per il riscaldamento a pompa di calore e lo sfruttamento dell’energia prodotta dall‘impianto fotovoltaico, tramite batterie di accumulo per servire il centro anche nelle ore serali di utilizzo.

La spesa complessiva si aggirerà sui 300 mila euro. «L’Amministrazione Comunale crede molto nel centro sportivo di via Trinità –spiega Cristian Barbini, consigliere delegato agli impianti sportivi Riqualificarlo è necessario perché le strutture sono ormai vecchie. Gli impianti, i locali e la fruibilità del “Renzo Cavagnero” sono da rivedere. Il progetto definitivo diviso in più lotti, oltre a riqualificare le strutture, si concentrerà soprattutto sul risparmio energetico per limitare anche i costi che sostiene l’associazione sportiva che ha in gestione il centro».