Studenti carmagnolesi in campo per dire ‘NO’ al bullismo

348

Lunedì 7 febbraio, in coincidenza con la Giornata europea della Sicurezza in rete indetta dalla Commissione Europea, ricorre quest’anno anche la prima Giornata nazionale contro il bullismo a scuola, annunciata nei mesi scorsi da una grande campagna mediatica con l’hashtag #iononstozitto e con grandi testimonial dal mondo dello spettacolo, della musica e dello sport.
Per l’occasione tutti gli istituti d’Italia organizzeranno attività di sensibilizzazione per dire ‘no’ al fenomeno del bullismo. Anche le scuole carmagnolesi, da anni impegnate nella lotta al bullo, hanno risposto con un’iniziativa rivolta non solo agli studenti, ma a tutta la comunità.
Per questo, dalle 15.30 alle 17.30, una rappresentanza di allievi della scuola secondaria di 1º grado del polo comprensivo 2 e dell’istituto Baldessano-Roccati presiederà via Valobra per informare, coinvolgere ed educare la cittadinanza a questo problema silenzioso, che colpisce il mondo scolastico manifestandosi nelle forme più differenti (minacce, violenze fisiche, psicologiche, attacchi sul web attraverso i social network).
I giovani studenti daranno così continuità al progetto anti-bullismo avviato lo scorso anno con il Gruppo Noi e la collaborazione del comando della Polizia Locale di Carmagnola, che ha portato alla realizzazione della app ‘PoliziaCarmagnola’ con cui informarsi sul fenomeno e segnalare episodi di bullismo o cyber bullismo direttamente alle forze dell’ordine.