Trasporto pubblico, Carmagnola resta in “Formula”: tutte le nuove tariffe

509

Il Comune di Carmagnola conferma ufficialmente l’adesione all’abbonamento integrato regionale “Formula” e definisce le nuove tariffe per il trasporto pubblico urbano.

tariffe trasporto pubblico carmagnola
Il Comune di Carmagnola ha confermato l’adesione all’abbonamento treno+bus “Formula” per favorire il trasporto pubblico locale, definendo le nuove tariffe in vigore da luglio 2023 (foto di Francesco Rasero © Il Carmagnolese)

Visto il successo della sperimentazione condotta nei mesi scorsi, il Comune di Carmagnola ha confermato l’ingresso ufficiale nell’abbonamento regionale “Formula” per il trasporto pubblico locale, definendo nel contempo le nuove tariffe (già in vigore da questo mese) per i mezzi urbani.

«Grazie a questa scelta, tutti i titolari dell’abbonamento integrato treno+autobus possono utilizzare liberamente i mezzi pubblici carmagnolesi, senza ulteriori costi: l’obiettivo è di ridurre l’utilizzo delle auto nel tragitto casa-stazione», spiega il vicesindaco Alessandro Cammarata, assessore ai trasporti.

Dal Comune di Carmagnola 364 mila euro per il trasporto pubblico

Questi, invece, i costi aggiornati per l’utilizzo dei soli bus urbani, sulla base delle indicazioni regionali (esclusi titolari abbonamento “Formula”):

  • corsa semplice 1,70 euro
  • abbonamento settimanale illimitato 10,00 euro
  • abbonamento mensile illimitato 35,50 euro
  • abbonamento annuale illimitato 319,50 euro
  • abbonamento 10 mesi studenti illimitato 284 euro

In parallelo, sono stati aggiornati anche i costi del trasporto scolastico con lo scuolabus comunale, come segue:

  • abbonamento da frazione Motta-Corno verso San Bernardo 284 euro/anno
  • abbonamento dalle frazioni Tetti Grandi e Vallongo verso Casanova 284 euro/anno
  • abbonamento linea Vallongo/Casanova per le cascine già in prossimità della scuole di Casanova 142 euro/anno

Due nuovi autobus “green” a Carmagnola grazie alla Città metropolitana

«Dal 2021 la nostra Amministrazione ha messo in atto una serie di iniziative per favorire la mobilità sostenibile, con l’obiettivo di aumentare l’utilizzo dei mezzi pubblici verso il capoluogo e, contestualmente, diminuire l’alto tasso di inquinamento dell’aria, a partire dall’estensione e ridefinizione delle linee del trasporto cittadino con una maggiore attenzione ai collegamenti da e per la stazione», aggiunge Cammarata.

E conclude: «La Regione Piemonte ha dimostrato interesse per l’operazione e ne ha cofinanziato una parte dei maggiori costi con l’intenzione di collaborare nell’ottica di arrivare a un minor inquinamento e alla nascita di un sistema integrato di trasporti da e verso il capoluogo, alternativo ai mezzi privati».

Carmagnola entra nell’abbonamento Formula per il trasporto pubblico