Una favola sulla felicità esposta in biblioteca a Carmagnola

490

Dodici bambini di Carmagnola e Fata Zucchina hanno dato vita a una favola sull’essere “diversamente felici” per la loro città: la gigantografia è esposta in biblioteca.

favola carmagnola
La gigantografia della favola è esposta nella biblioteca civica di Carmagnola

La felicità a Carmagnola può avere tante forme, anche quelle di una favola.

Renata Cantamessa, in arte Fata Zucchina, ha condotto un laboratorio di lettura conviviale e narrazione alla biblioteca civica “Rayneri-Berti” di Carmagnola -spiegano dal Comune- Partendo dalla lettura del suo ultimo lavoro “Zukki – Diario di una Zucca felice”, i dodici bambini partecipanti hanno aperto una riflessione artistica sul tema della “felicità sociale” promossa proprio da Zukki (l’eroina vegetale del racconto), cercando di elaborare nuove idee e soluzioni fantasiose per diventare “produttori di felicità” anche in contesti meno favorevoli“.

Partendo dagli spunti creativi emersi dal laboratorio e dai disegni realizzati dai piccoli artisti, Fata Zucchina ha “cucinato” una storia che è stata stampata in una gigantografia a forma di libro ed è ora esposta nei locali della biblioteca.

Tutto il programma degli eventi a Carmagnola per il Natale 2021

“Mai, il mandarino scacciaguai e la felicità” è il titolo di questa “favola terapeutica” che i piccoli cittadini-lettori carmagnolesi hanno voluto dedicare alle persone care e alla loro città come messaggio per un Natale con radici alternative, aiutando le persone a essere felici, o “diversamente felici”.

Il libro “Zukki – Diario di una Zucca Felice” di Renata Cantamessa è una pubblicazione a carattere didattico e benefico che vede protagonista la zucca di Rocchetta di Cengio (Savona). È nato dal lavoro di cooperazione didattica tra Fata Zucchina e gli oltre 500 allievi degli Istituti Comprensivi di Millesimo, Cairo Montenotte e Carcare.

L’autrice ha devoluto interamente gli introiti delle vendite all’ospedale infantile “Gaslini” di Genova per la costruzione del nuovo “Covo degli Orsi”, la struttura che ospiterà i genitori dei giovani pazienti ricoverati per lunghi periodi.

Giornalista e divulgatrice agro-scientifica, autrice e conduttrice radio-televisiva, doppiatrice e project-manager, Renata Cantamessa opera in modo trasversale nel mondo della comunicazione e della formazione con specifica attenzione attorno ai temi strategici dell’agroalimentare, del sociale, del benessere e della sostenibilità.

Dal 2013 veste la “doppia identità” di Fata Zucchina, la fata agricola italiana da lei creata e impersonata come icona di divulgazione e sensibilizzazione del Food & Wealth (Health + Welfare) verso il grande target delle famiglie e della promozione di una felicità fatta di beni relazionali, tradizione e innovazione.

Ideatrice e produttrice di format per la TV nazionale e il web, è autrice del copy “favole agricole terapeutiche”, protagoniste dei suoi libri di divulgazione didattica e scientifica a favore della Fondazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica.

Connie Tells, l’app per bambini che trasforma le favole in avventure green