Cinema e ciclismo protagonisti al VideoGiro 2019

304

Mercoledì 22 maggio prende il via al Cinema Elios il concorso “VideoGiro”, a cura dell’Associazione Piemonte Movie, con la proiezione del film Wonderful Losers, candidato all’Oscar 2019.

 

VideoGiro 2019
VideoGiro 2019

 

Carmagnola e il cinema Elios entrano a far parte del concorso “VideoGiro”, organizzato dall’Associazione Piemonte Movie per far incontrare il mondo del ciclismo e quello del cinema.

Il contest coinvolge sette città tra Piemonte e Liguria (oltre a Carmagnola, anche Almese, Candelo, Collegno, La Spezia, Malesco e Piasco) in cui altrettanti filmmaker realizzeranno nei rispettivi territori sette cortometraggi a tema libero, ma con al centro -protagonista assoluta- la bicicletta.
A settembre, conclusa la fase di riprese, i corti verranno proiettati nei cinema locali delle città coinvolte, dove il pubblico voterà la migliore performance “videociclistica”: i primi tre classificati verranno premiati con premi di 1.000, 400 e 100 euro.

VideoGiro intende tessere un filo che unisca due strumenti di libertà: la bicicletta e il cinema“, sottolinea Alessandro Gaido, fondatore di Piemonte Movie.
Ulteriori informazioni sul concorso sono disponibili sul sito www.piemontemovie.com.

Lo “start” al progetto in città è previsto per mercoledì 22 maggio, alle ore 21 al cinema parrocchiale Elios di piazza Verdi 4, con la proiezione del pluripremiato film sul ciclismo “Wonderful Losers. A different World”, di Arūnas Matelis (2017, 71’), candidato agli Oscar 2019 nelle categorie “Miglior film in lingua straniera” e “Miglior documentario”.

Wonderful Losers segue la faticosa vita dei gregari nel mondo del ciclismo, atleti abituati a sacrificarsi per permettere ad altri di vincere -spiegano da Piemonte Movie E’ stato realizzato in sette anni, seguendo tantissime tappe del Giro d’Italia, come quelle che nel 2014 hanno attraversato le Langhe, il Canavese e il Biellese, e intervistando atleti di tutta Europa. Tra i protagonisti del film vi sono il siciliano Paolo Tiralongo, il canadese Svein Tuft, il lombardo Daniele Colli e molti addetti ai lavori come il medico di gara del Giro d’Italia Giovanni Tredici e i rianimatori Massimo Branca e Elena Della Valle“.