Carmagnola piange il poeta e scrittore Gian Antonio Bertalmia

4722

 

 

Scomparso ieri notte lo scrittore e poeta carmagnolese Gian Antonio Bertalmia, classe 1941, conosciutissimo in città per la sua simpatia e ironia. Aveva vinto numerosi premi letterari, anche di assoluto prestigio, per le sue opere in italiano e in piemontese.

Gian Antonio Bertalmia

Carmagnola piange la scomparsa di uno dei suoi cittadini più conosciuti e amati: lo scrittore, sceneggiatore e poeta Gian Antonio Bertalmia, deceduto la scorsa notte, vinto da un male incurabile.

Bertalmia, carmagnolese doc, classe 1941, era in grado di scrivere indifferentemente in lingua italiana e in piemontese, dando vita a testi talora profondi e drammatici, talora romantici o fortemente ironici.
Proprio l’ironia, accompagnata dal racconto di divertenti barzellette narrate con indiscussa maestria, era uno dei suoi tratti più caratterizzanti, insieme alla grande generosità d’animo.

Autore di diverse pubblicazioni -tra cui “Gente Normale” e l’ultima delle quali è il romanzo “La ciotola del cane”, ambientato a Carmagnola e presentato solo alcuni mesi fa- Gian Antonio Bertalmia era famoso anche per aver vinto numerosi premi letterari, tra i quali il Città di Cattolica (due volte), Oscar della letteratura italiana; il Premio nazionale Cesare Pavese (tre volte) e l’ottava edizione del concorso letterario nazionale “Pennacalamaio”, promosso dall’Associazione culturale Zacem di Savona.
Era anche autore di testi teatrali.

I funerali si terranno domani, sabato 11 gennaio, alle ore 15 in Collegiata.