Bertalmia vince il concorso “Piemonte ch’a scriv e le sue tradizioni”

204

Lo scrittore e poeta carmagnolese Gian Antonio Bertalmia si è aggiudicato il primo premio assoluto nella sezione “narrativa breve in piemontese” del concorso nazionale organizzato dal Centro studi Cultura e Società.

Bertalmia premiato in Regione
Bertalmia durante la premiazione nella sala congressi della Regione Piemonte

Lo scrittore, poeta e sceneggiatore carmagnolese Gian Antonio Bertalmia ha vinto il primo premio nel concorso “Piemonte ch’a scriv e le sue tradizioni”, edizione 2019.

Bertalmia si è aggiudicato il primo posto assoluto nella sezione “Narrativa breve piemontese”, con l’opera “Mè temp” (Il mio tempo).
Nella stessa sezione, segnalazione di merito per il poirinese Luciano Milanese, con “El formaggio ed la volp” (Il formaggio e la volpe).

Il testo di Bertalmia racconta la storia di due adolescenti, il narratore e la giovane Margherita, che ogni sera si trovano sul ponte del torrente, appena fuori dal paesello in cui vivono, per guardare il tramonto, quando lei gli annuncia di dover partire…

E’ un racconto scritto in un piemontese perfetto, sia come grafia che come ricerca di termini che danno idea della bravura di chi le adopera per rendere bene l’idea di certi amori di un tempo, ben rappresentati dalla canzone “Mio ideale” che fa da ritornello a quasi tutto il racconto” è la motivazione con cui la Giuria del concorso ha premiato lo scrittore carmagnolese.

La premiazione si è svolta a Torino, nel centro incontri della Regione Piemonte, a fine settembre. La Giuria era composta da Michele Bonavero, Carla Colombo, Marina Gallia, Bruno Giovetti, Pier Carlo Musso, Sergio Notario e Gianfranco Pavesi.

Il premio è organizzato dal Centro studi Cultura e Società, con il patrocinio di Regione Piemonte, Torino Metropoli, Città di Torino e altri 16 Comuni piemontesi, tra cui Caramagna Piemonte e Villastellone.