Alla scoperta degli Statuti ritrovati di Caramagna Piemonte

118

Sabato 17 ottobre si terrà un convegno sugli statuti di Caramagna Piemonte del 1431, con presentazione di un libro dedicato al tema.

caramagna piemonte statuti
Veduta notturna del centro storico di Caramagna Piemonte

Sabato 17 ottobre 2020 -alle ore 16:30 nel salone polivalente di piazza Boetti- si terrà un convegno dedicato agli Statuti di Caramagna Piemonte del 1431.

Nell’occasione, sarà presentato il volume dedicato al tema, con i documenti storici tradotti, trascritti e commentati dal professor Giuseppe Gullino.
Il testo è stato pubblicato dal caramagnese Gino Osella, grazie all’Associazione Carabiblioteca e con il patrocinio del Comune.

All’incontro, oltre all’autore, interverranno gli studiosi Elena Angeleri ed Emanuele Forzinetti, che inquadreranno il contesto storico degli Statuti medievali. Inoltre, gli scritti saranno confrontati con quelli della vicina Sommariva Bosco.

In apertura dei lavori, sono in programma i saluti del sindaco, Maria Coppola, del consigliere generale della Fondazione CRC, Michele Fino, e della presidente dell’Associazione Carabiblioteca, Daniela Oddenino.

La presentazione del libro arriva al termine di un percorso lungo dieci anni, all’inizio del quale l’ex sindaco Mario Riu ricevette dal cittadino onorario Pietro Concio una copia degli antichi Statuti, rubati negli anni Sessanta.

La presidente di Carabiblioteca, Daniela Oddenino, si dice molto soddisfatta del traguardo raggiunto: “Sottolineo come si sia trattato di un grande sforzo collettivo, nonostante le competenze indispensabili del professor Gullino”.

Commenta il sindaco Maria Coppola: “Mi auguro che la pubblicazione non sia vista solamente come una conclusione, ma come uno stimolo per i Caramagnesi a diventare cittadini più consapevoli e attivi nella loro Comunità”.