Allargamento della Statale 20 tra Salsasio e Carignano, al via gli espropri

392

La Città metropolitana di Torino ha dato il via alle procedure di esproprio per realizzare i lavori di allargamento della Statale 20 tra borgo Salsasio di Carmagnola e Carignano.

allargamento della statale 20
Al via le procedure per effettuare espropri necessari a svolgere i lavori di allargamento e adeguamento funzionale della Statale 20, nel tratto tra Carmagnola e Carignano, compreso il ponte sul fiume Po: saranno eseguiti da SCR Piemonte per conto della Città metropolitana

La Città metropolitana di Torino, tramite la Società di Committenza Regione Piemonte (SCR Piemonte, ex Agenzia regionale delle Strade), ha avviato le procedure di esproprio per realizzare i lavori di allargamento della Statale 20, nel tratto compreso tra l’abitato di Salsasio a Carmagnola e Carignano.

L’intervento è stato dichiarato ‘di pubblica utilità’. “Siccome il numero dei soggetti interessati dall’intervento in oggetto, proprietari dei terreni iscritti nei registri catastali, risulta essere superiore a 50, la comunicazione di avvio del procedimento è stata comunicata mediante pubblico avviso, come previsto dalla legge“, fanno sapere da SCR Piemonte.

Dalla società regionale informano inoltre che non verranno considerate nel calcolo dell’indennità dovuta eventuali migliorie, costruzioni o piantagioni installate dopo la pubblicazione sui fondi in via di esproprio.

Si valuta l’allargamento dell’ex Statale 20 tra Carmagnola e Carignano

Il progetto dell’opera risale al 2015, ma solo di recente è stato approvato dai vari Enti coinvolti, in ultimo dal Consiglio comunale di Carmagnola, nel corso dell’ultima seduta a inizio gennaio.

I lavori di adeguamento della SS20 riguardano, nello specifico, il tratto che va dallo svincolo per frazione San Michele, sul rettilineo fuori dall’abitato di Salsasio, fino alla rotonda per Carignano e Piobesi Torinese, compreso l’allargamento del ponte sul fiume Po.

All’incrocio per San Michele, inoltre, è in progetto anche la realizzazione di una nuova rotatoria, che servirà innanzitutto a rallentare la velocità, migliorando lo svincolo e l’immissione, ma sarà funzionale anche all’innesto della futura Variante Nord della circonvallazione carmagnolese.

Grande Viabilità, via libera dal Consiglio comunale di Carmagnola