Nuovo appalto rifiuti a Carmagnola, tutte le novità

3046

Dal 1° gennaio 2020 è in vigore il nuovo appalto per la gestione dei rifiuti a Carmagnola e in tutto il territorio Ccs: il servizio di raccolta porta a porta non subisce sostanziali variazioni rispetto al passato, le novità principali riguardano la pulizia della città e i costi.

De Vizia appalto rifiuti CarmagnolaE’ entrato in vigore il 1° gennaio il nuovo appalto per la gestione dei rifiuti a Carmagnola e in tutto il territorio del Consorzio Chierese per i Servizi, affidato alla ditta DeVizia.
Se il servizio di raccolta porta a porta non subisce sostanziali variazioni rispetto al passato, le novità principali riguardano la pulizia della città e i costi.

«Nel revisionare l’appalto prima di andare in gara, abbiamo voluto cambiare marcia per quanto riguarda la pulizia di tutta Carmagnola -sottolinea l’assessore all’igiene urbana, Massimiliano PampaloniIn particolare, abbiamo ottimizzato le zone, con un cronoprogramma già definito, e introdotto un sistema di controlli puntuali, più efficace rispetto ai metodi adottati in passato. In pratica, ora, sappiamo ogni giorno quali aree devono essere pulite e potremo effettuare verifiche a campione».

Aumentano in modo considerevole anche le frequenze di spazzamento da parte della ditta nel centro storico: per via Valobra e dintorni, da adesso, la spazzatrice manuale passerà una volta a settimana sotto i portici e sui marciapiedi, rispetto alle sei volte all’anno previste finora.
«Nel giro di pochi mesi avremo un centro più pulito che mai», promette Pampaloni. L’assessore, inoltre, punta sul coinvolgimento dei “volontari” che percepiscono il reddito di cittadinanza per aumentare lo spazzamento manuale su via San Francesco di Sales e via Torino, estendendo così il servizio già confermato per il centro storico.

In primavera verrà poi resa operativa una nuova area cani, sotto il cavalcaferrovia di via Cavalcavia, che si aggiunge a quelle già attive in via Avvocato Ferrero, via Pascoli e via Don Milani e che sarà pulita settimanalmente.

Per quanto riguarda gli altri servizi, invece, viene potenziata la raccolta degli ingombranti, che passa da 11 a 14 ritiri all’anno (a domicilio, chiamando il numero verde), in modo da ridurre la lista e i tempo di attesa.
Aggiunta anche una raccolta sfalci, nel mese di novembre, in seguito a molte richieste da parte della popolazione. Confermati tutti gli altri servizi, compresa l’area per il conferimento gratuito dei pannolini in via Monteu Roero.

«In tutto questo, grazie al ribasso d’asta offerto dalla ditta e alle ottimizzazioni nei servizi, risparmieremo circa 100 mila euro all’annoconclude PampaloniPertanto ci aspettiamo di poter ritoccare nuovamente verso il basso la Tari, fin dalle prossime bollette».