Carignano, con il “baratto amministrativo” le tasse si pagano lavorando

406

Fino al 20 ottobre 2020 il Comune di Carignano apre il bando per ‘baratto amministrativo’: chi non ha pagato tutti i contributi comunali potrà svolgere attività utili alla collettività.

baratto amministrativo carignano
Le attività previste con il “baratto amministrativo” saranno di pulizia e manutenzione della città di Carignano [immagine di repertorio]
Il Comune di Carignano lancia il “baratto amministrativo”, una formula rivolta ai cittadini che abbiano dei contributi comunali non pagati per questa annualità e che siano disponibili a svolgere piccoli lavori di manutenzione, pulizia o abbellimento della città.
In tal modo, sarebbero agevolati o del tutto
esentati dal pagamento delle tasse e imposte comunali arretrate.

Questa iniziativa,  che prende il nome di “baratto amministrativo”, prevede 10 moduli da otto ore di lavoro, da svolgere entro il 31 dicembre.
Le attività consisteranno nella pulizia e
manutenzione dei parchi, dei giardini pubblici, del cimitero, nella pulizia dei fossi e dei canali dai rifiuti urbani abbandonati o in piccoli lavori di manutenzione straordinaria del patrimonio pubblico”, spiegano dal Comune.

I destinatari del baratto amministrativo sono tutti i cittadini con i seguenti requisiti:

  • Residenza nel Comune di Carignano;
  • Età pari o superiore a 18 anni;
  • Idoneità psicofisica in relazione all’attività da svolgere;
  • Assenza di condanne penali;
  • Presentare una situazione economica e patrimoniale da cui risulti un effettivo stato di bisogno, e comunque un indicatore Isee non superiore a 16 mila euro.

Le domande devono essere compilate sul sito internet del Comune e presentate all’Ufficio protocollo entro le ore 12 del 20 ottobre 2020.
La domanda deve essere corredata dall’attestazione Isee, da una dichiarazione di idoneità fisica rilasciata dal medico di base dell’Asl TO5 e da una fotocopia della carta d’identità.