Carmagnola: navette per la stazione gratuite fino a fine anno

901

La Giunta Gaveglio ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 le navette gratuite che collegano San Bernardo, Salsasio e la stazione di Carmagnola.

Carmagnola gratuite stazione Salsasio San Bernardo
Fino al 31 dicembre 2021 restano gratis gli autobus sulla linea che collega la stazione e il centro di Carmagnola con i borghi di Salsasio e San Bernardo

Restano gratuite fino alla fine dell’anno le navette di trasporto pubblico che collegano la stazione ferroviaria di Carmagnola con i borghi di San Bernardo e Salsasio. Lo ha deciso la Giunta Gaveglio.

Il servizio sperimentale serve, nello specifico, la tratta San Bernardo – Centro città – Stazione (piazza XXX aprile) – Via Torino – Salsasio, con orari studiati in modo coordinato con quelli dei transiti ferroviari, in modo da facilitare anche l’utilizzo del treno da parte degli utenti.

Le navette gratis servono a favorire i pendolari, anche in relazione alle limitazioni imposte sul territorio comunale e in gran parte del Torinese ai veicoli privati più inquinanti, come misura anti-smog“, commenta il vice-sindaco Alessandro Cammarata, assessore ai trasporti.

Micromobilità a Carmagnola: in arrivo bici, scooter e monopattini elettrici?

Non di meno, il servizio gratuito punta a offrire un migliore collegamento tra i due principali borghi cittadini e il capoluogo, riducendo il numero dei veicoli circolanti in città e abituando i carmagnolesi a utilizzare i trasporti pubblici.

L’utilizzo della mobilità collettiva è uno dei modi per diminuire il traffico, contrastando l’inquinamento dell’aria -sottolinea Cammarata- Sempre per stimolare modalità di spostamento più ecologiche in ambito urbano, sui mezzi pubblici carmagnolesi è ora anche possibile trasportare la propria bicicletta o monopattino“.

Per ulteriori informazioni sul servizio, contattare il numero 011-9724379 o inviare un’email all’indirizzo di posta elettronica trasporti@comune.carmagnola.to.it.

Tornano in vigore le limitazioni anti-smog per il traffico nel Torinese