Micromobilità a Carmagnola: in arrivo bici, scooter e monopattini elettrici?

821

La Città metropolitana di Torino ha istituito un albo della micromobilità urbana, registrando l’interesse di alcuni grandi operatori del settore per la fornitura del servizio a Carmagnola e Vinovo.

micromobilità a carmagnola
Quattro grandi operatori del settore della micromobilità urbana hanno mostrato interesse con la Città metropolitana per sviluppare i loro servizi anche a Carmagnola e Vinovo [immagine di repertorio]
Sono quattro i grandi fornitori di servizi di micromobilità -come il noleggio di biciclette (tradizionali e con pedalata assistita), scooter e monopattini elettriciinteressati a operare sul territorio della città di Carmagnola, nonché in altri Comuni del Torinese di dimensioni medio-grandi, tra cui Vinovo.

Lo comunica la Città metropolitana di Torino, che ha in corso un bando per individuare le disponibilità da parte degli operatori del mercato.
La creazione di una sorta di ‘albo’ ha già consentito di incrociare meglio la domanda e l’offerta e di mantenere alto lo standard qualitativo e aderente alle necessità del territorio -fanno sapere dall’Ente provinciale- L’obiettivo è quello di mettere in contatto gli operatori dei servizi di microsharing con i Comuni, fornendo un servizio che sia uniforme, in termini di qualità e degli obiettivi di sostenibilità, su tutto il territorio metropolitano“.

Qualità dell’aria in Piemonte, nuove misure contro smog e inquinamento

Il progetto ricade nella strategia di Città metropolitana per sviluppare politiche di contrasto all’inquinamento atmosferico, di miglioramento della qualità dell’aria, di inclusione delle aree più periferiche e per il decongestionamento del traffico e dello spazio pubblico.

In quest’ottica, i servizi di micromobilità sono un tassello fondamentale, sia per i grandi Comuni che per quelli più piccoli, per i quali costituiscono anche strumenti di sviluppo turistico: è indispensabile, quindi, che il servizio fornisca garanzie di qualità omogenee su tutto il territorio“, sottolineano dall’Ente.

Qualità dell’aria in miglioramento a Carmagnola nel 2021? “Effetto Covid”

Gli altri Comuni del territorio provinciale per i quali gli operatori di micromobilità hanno mostrato interesse sono Beinasco, Candiolo, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Moncalieri, Nichelino, Pinerolo, Rivoli, Settimo e Venaria.

Il bando di Città metropolitana per selezionare interessati a operare sul territorio resta aperto, senza scadenza, e specifica i requisiti degli operatori che possono aderire, le caratteristiche dei mezzi e del servizio offerto e le condizioni vincolanti.

Inquinamento atmosferico, quanto costa economicamente ai cittadini?