Carmagnola: raddoppiano gli incassi previsti dalle multe

2112

La variazione di bilancio discussa dal Consiglio comunale di Carmagnola ha introdotto il raddoppio degli incassi previsti dalle multe, a partire da quelle derivanti dell’autovelox fisso di Salsasio. Gamna (Pd): “inaccettabile”. Dura la replica del sindaco Ivana Gaveglio.

autovelox carmagnola multe foto Il Carmagnolese
Uno dei due impianti fissi per la rilevazione della velocità

Sale da 2 a 4,2 milioni di euro la previsione di incassi, per il Comune di Carmagnola, derivanti da multe legate a violazioni del codice della strada, in particolare grazie al nuovo autovelox fisso installato fuori Salsasio, sulla strada provinciale per Carignano, in collaborazione con la Città metropolitana di Torino.

Una situazione non accettabile -l’ha definita il consigliere Pd ed ex assessore al bilancio Emilio GamnaGià ci sembrava abnorme la prima previsione di due milioni di euro, ora la cifra è più che raddoppiata“.

Per questo motivo, pertanto, il Partito Democratico ha annunciato il voto contrario alla variazione di bilancio proposta dalla Giunta Gaveglio nel corso dell’ultima seduta (online) del Consiglio comunale carmagnolese.

E’ intervenuto anche il capogruppo Paolo Sibona, ricordando che “nessun altro strumento di controllo stradale aveva mai creato code davanti al comando di Polizia municipale, portando un numero esagerato di multe a gravare sui bilanci di tante famiglie di Carmagnola“.

Scettico sui conti del bilancio pure il Movimento 5 Stelle, che tramite il capogruppo Sergio Grosso ha fatto notare errori e incongruenze nei dati presentati dalla Giunta, oltre a sottolineare anche un aumento di circa 800 mila euro sulle spese per la gestione dei rifiuti.

Trovo imbarazzante che i consiglieri comunali, in una situazione come questa, facciano le pulci sui conti, quando l’Amministrazione sta cercando in tutti i modi di fare fronte all’emergenza -è stata la dura replica del sindaco Ivana GaveglioSe poi l’Opposizione vuole fare una battaglia politica sul velox, continui pure a farlo, ma non in questo momento“.

Ha quindi preso la parola l’assessore Alessandro Cammarata: “I controlli della velocità servono innanzitutto per garantire la sicurezza di tutti“, ha sottolineato, ricordando come tutte le Amministrazioni abbiano fatto e facciano conto sulle entrate derivanti dalle multe all’interno dei vari bilanci comunali.