Carmagnola, doppio autovelox sull’ex Statale 20 verso Carignano

8407

Dallo scorso 21 dicembre è in funzione, 24 ore su 24, l’autovelox bidirezionale sull’ex Statale 20, nel tratto tra borgo Salsasio e Carignano; la gestione è congiunta tra il Comune di Carmagnola e la Città metropolitana di Torino.

autovelox ex ss20 Carmagnola foto Il Carmagnolese
L’autovelox tra Carmagnola e Carignano sulla Provinciale 20

E’ attivo da un mese il nuovo autovelox fisso sulla ex Statale 20, oggi strada provinciale, nel rettilineo tra borgo Salsasio di Carmagnola e Carignano.

L’impianto di rilevazione della velocità -bidirezionale e alimentato da pannelli solari- è entrato in funzione lo scorso 21 dicembre ed è operativo 24 ore su 24.

In uscita da Carmagnola, la telecamera è posizionata poco prima di cascina fornace; in arrivo da Carignano, invece, l’autovelox è prima della curva con svincolo per via Pocchettino, dopo il distributore Erg.

autovelox carmagnola foto Il Carmagnolese
Uno dei due impianti fissi per la rilevazione della velocità

Il velox è stato posizionato in convenzione con la Città metropolitana di Torino. La convenzione, siglata lo scorso maggio tra l’ex Provincia e il Comune di Carmagnola, dura per tre anni. I proventi sono divisi in parti uguali tra i due Enti, con versamento semestrale dei proventi effettivamente incassati al netto delle spese.

A carico del Comune di Carmagnola ci sono stati i costi di progettazione, installazione, manutenzione, gestione, accertamento e riscossione. Con una determina di ottobre, il Comune ha impegnato 182.878 euro per tre anni, con una rata mensile di 5.079 euro: la ditta Velocar si è aggiudicata la gara di appalto, con un ribasso del 24% circa.

«In sostanza, Carmagnola anticipa tali spese, che detrae dalla quota dei proventi incassati di competenza di Città metropolitanaspiega il sindaco, Ivana Gaveglio, sottolineando l’obiettivo di aumentare la sicurezza stradale grazie alla riduzione della velocità delle auto- Secondo la normativa provinciale, i rilevatori di velocità fissi non possono essere allineati e devono essere posizionati in un tratto di strada che abbia almeno un chilometro di rettilineo, lontano da incroci».

Si tratta di un impianto autovelox, simile a quelli già in funzione sulla stessa strada, a Carignano e La Loggia.
Inizialmente Comune ed ex Provincia avevano pensato di piazzare rilevatori fissi di velocità anche sull’altra direttrice in uscita dalla città verso Torino, la Provinciale 393 verso Villastellone. Quel tratto di strada, però, è in predicato di passare nuovamente sotto la gestione Anas (anche in ottica Bretella Nord), e i due Enti non hanno ritenuto opportuno impegnarsi in tal senso.