Censimento degli uccelli acquatici al Parco del Monviso

60

Si stanno svolgendo in tutta Italia i censimenti degli uccelli acquatici svernanti: i tecnici del Parco del Monviso hanno censito, in un’unica giornata di osservazioni, circa 2.800 uccelli.

Censimento uccelli Parco Monviso
Un gruppo di morette nelle acque della Cava Monviso di Casalgrasso. (Foto di Marco Rastelli)

In questi giorni, in tutta Italia, si stanno svolgendo i censimenti degli uccelli acquatici svernanti: i tecnici del Parco del Monviso hanno censito, in un’unica giornata di osservazioni, circa 2.800 uccelli, che trascorrono l’inverno principalmente nei laghi di cava lungo il tratto di fiume Po fra Revello e Casalgrasso.

Molte sono le specie che trovano rifugio in queste zone: germani reali, morette, canapiglie, alzavole, fischioni, mestoloni, per citare solo alcune anatre.

Educazione ambientale per le scuole: il Parco del Monviso non si ferma

Gli uccelli nelle zone umide italiane vengono censiti nell’ambito di un progetto internazionale denominato IWC (International Waterbird Census) che copre la totalità dei Paesi europei e mediterranei. In Italia questo progetto è coordinato da ISPRA (Istituto Superiore di Protezione e Ricerca Ambientale).

In Italia questi censimenti si svolgono dal 1985, e i dati del progetto servono a descrivere le variazioni numeriche e distributive delle popolazioni delle diverse specie. Questi uccelli compiono spostamenti di migliaia di chilometri che trascendono dai confini nazionali, per la loro tutela è pertanto necessario un coordinamento internazionale anche a livello dell’acquisizione dei dati.

Bracconaggio: è allarme. In Italia uccisi illegalmente 8 milioni di uccelli all’anno