“Coloriamo le nostre scuole”: a Ceresole un flash mob per i giovani studenti

411

Il Comune di Ceresole d’Alba ha lanciato un’iniziativa per i giovani studenti delle scuole locali, invitandoli a partecipare a un originale flash mob con le famiglie.

scuole studenti ceresole
La lettera che le scuole di Ceresole d’Alba hanno inviato ai loro studenti, in attesa del flash mob

In questo momento di pandemia, il Comune di Ceresole d’Alba pensa ai suoi studenti, soprattuto ai più piccoli, invitandoli a mandare un messaggio alle loro scuole, tramite un’iniziativa originale e coinvolgente anche per le famiglie.

Sul sito internet istituzionale è stata nei giorni scorsi pubblicata una lettera che le scuole ceresolesi hanno mandato ai loro allievi.
Inoltre, ora, ci sono le istruzioni rivolte a bambini e ragazzi affinché partecipino a una sorta di flash mob legato agli edifici scolastici.

Cercate un bel nastro colorato di 50-60 cm, scriveteci quello che più desiderate sopra: una frase, il vostro nome o disegnatelo e poi durante una passeggiata, nei prossimi giorni, portatelo a scuola e legatelo stretto stretto davanti alla vostra scuola. Coloriamo la nostra scuola per renderla meno sola!“, è il sunto dell’iniziativa.

Scuole: Ceresole d’Alba si interroga sulla ripartenza a settembre

Seguono poi alcune indicazioni più dettagliate:

  • legare il nastro al cancello o la recinzione di piazza Scacchi (lato scuole) per i bimbi della scuola dell’infanzia e del nido o nella cancellata tra le elementari e le medie;
  • legare il nastro da una parte sola e sul lato esterno dei cancelli (no interno cortile), affinché il vento lo possa far volare e rendere così viva la scuola, “quasi a simboleggiare la nostra presenza con quel movimento
  • lasciare la possibilità di aprire i cancelli senza intralci
  • non usare materiale, quali colle, graffette, fili di ferro o altro materiale che possa rovinare o logorare la cancellata;
  • essere responsabili: chi trova qualche nastro in terra, è invitato a riattaccarlo.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con i genitori delle scuole di Ceresole d’Alba, Sommariva del Bosco e Sanfrè.

Coronavirus: 10 parole per spiegare l’epidemia agli studenti