La Comunità armena di Carmagnola lancia un appello per la pace

244

La Comunità armena di Carmagnola lancia un appello per la pace nel Nagorno Karabah, dove è in corso un conflitto armato tra Armenia e Azerbaijan.

Comunità armena carmagnola appello per la pace
Un nuovo conflitto tra Armenia e Azerbaijan è in corso dal 27 settembre: i cittadini armeni di Carmagnola lanciano un appello per la pace

La Comunità armena di Carmagnola lancia un appello per la pace e di ‘cessate il fuoco’ per quanto riguarda il conflitto armato scoppiato tra Armenia e Azerbaijan nel Nagorno Karabah.

I cittadini armeni che vivono in città si dicono infatti molto angosciati per le condizioni dei propri cari, che stanno vivendo sulla loro pelle questa guerra, iniziata il 27 settembre scorso.

La tensione tra Armenia e Azerbaijan non è nuova, anzi: infatti, nonostante lo scorrere degli anni, non è mai svanita, come testimonia questo nuovo conflitto. La causa rimane sempre la stessa: la regione del Nagorno Karabah, area che viene dichiarata indipendente dagli armeni e che vuole essere annessa dagli azeri alla loro nazione.

Già negli anni Novanta l’ostilità sempre più crescente tra i due Paesi aveva dato vita al conflitto armato tra i due Stati, esploso nel 1992 e terminato nel 1994. Dati ufficiali relativamente al numero delle vittime sono assenti: si stimano però oltre 30 mila morti e 80 mila feriti, per non parlare di centinaia di migliaia di profughi tra armeni e azeri che hanno dovuto abbandonare le proprie terre natìe.

Al termine della guerra, la Repubblica del Nagorno Karabah non era né stata riconosciuta indipendente dalla Comunità internazionale, né annessa formalmente all’Azerbaijan.
Dalla fine del conflitto ad oggi, episodi di violenza sono sempre comunque stati presenti, fino al vero e proprio scoppio della guerra il mese scorso.

Le fotografie e i video presenti in rete relativi a questo scontro mostrano una situazione poco rassicurante, così come le poche notizie ricevute da amici e parenti. A questo proposito, la Comunità armena di Carmagnola dichiara che “il 27 settembre i nostri famigliari ci hanno avvisato dell’inizio di questa guerra. Siamo molto preoccupati perché l’Azerbaigian sta bombardando la regione ma anche le città dell’Armenia di confine e molti giovani sono stati chiamati al fronte” e aggiungeinsieme chiediamo la fine della guerra, la pace e l’indipendenza del Nagorno Karabah”.