Applausi per le canzoni dello Zecchino interpretate dal Coro IC3

78

Sul palco di piazza Sant’Agostino si sono esibiti i giovani coristi del III Comprensivo, accompagnati dalla Società Filarmonica di Carmagnola al gran completo, proponendo i brani più conosciuti dello Zecchino d’Oro.

coro IC3 Zecchino d'oro

In una piazza Sant’Agostino gremita di gente, la scorsa domenica 2 settembre, nell’ambito della Fiera del Peperone, è tornata la Magia dello Zecchino.

Presentato da Ermanno Mareliati -affiancato da Cristiana Cassinelli e dai simpatici opinionisti Giacomo e Fernanda- si è esibito il Coro dell’Istituto Comprensivo 3 di Carmagnola (diretto dalla professoressa Sabrina Appendino), accompagnato dalla Società Filarmonica (Banda Giovanile e Banda Senior, insieme per l’occasione, dirette dal Maestro Donald Furlano).
Hanno riproposto un connubio vincente che aveva avuto il suo debutto nel mese di maggio, con lo spettacolo “La Magia delle Zecchino”.

Il Coro dell’IC3 ha proposto alcune fra le canzoni più amate dello Zecchino d’Oro, dai lontani anni Sessanta fino al 2006: dal Valzer del moscerino a 44 gatti e Le tagliatelle di Nonna Pina. Il pubblico ha potuto ascoltare anche Popoff, Volevo un gatto nero, Fammi crescere i denti davanti, Per un ditino nel telefono, Il caffè della Peppina e Wolfango Amedeo.
Uno speciale omaggio a Sergio Endrigo con la canzone “La casa” che -pur non essendo mai stata presentata allo Zecchino d’Oro- è una delle canzoni per bambini più conosciute.

Un’ora di magia, quindi, con il Coro e i giovani solisti -Luca, Alexandra, Alessia, Simona, Marta, Beatrice, Martina, Nicoletta, Alessia e Sara- che nonostante l’emozione di trovarsi su un palco importante, di fronte a centinaia di persone, hanno espresso al meglio gli insegnamenti appresi, riscuotendo grandi applausi.

Avvicinarsi alla musica e al canto è un momento di socializzazione fra i ragazzi –spiega la professoressa AppendinoUno stare insieme arricchendo la propria persona, con la possibilità di esprimersi anche in una maniera alternativa, con il canto appunto. Il coro dell’IC3 è anche uno strumento di continuità all’interno dello stesso istituto, in quanto raggruppa ragazzi della scuola elementare e media e offre momenti di aggregazione fra i due livelli di scuola”.