La situazione Covid-19 all’Opera Pia Faccio Frichieri di Carignano

2283

L’Opera Pia Faccio Frichieri di Carignano aggiorna -con trasparenza- in merito alla situazione Covid-19 all’interno della struttura.

Covid casa di riposo Carignano opera pia Faccio Frichieri
La situazione Covid-19 alla casa di riposo “Opera Pia Faccio Frichieri” di Carignano

L’Opera Pia Faccio Frichieri, casa di riposo a Carignano per anziani autosufficienti e non, assume un atteggiamento di massima trasparenza sulla situazione Covid-19 all’interno della struttura, aggiornando le famiglie degli ospiti e gli esterni tramite un post sulla sua pagina Facebook.

Come da regolamento, a inizio della settimana, i 93 ospiti della casa di riposo sono stati sottoposti a un tampone rapido. Al momento sono 39 gli assistiti che sono risultati positivi dall’ultimo controllo, avvenuto due settimane fa.

Ad eccezione di due anziani che presentano sintomi lievi, gli altri risultano asintomatici.
Inoltre, dall’ultimo controllo sette degli ospiti precedentemente positivi sono risultati negativi al tampone di inizio settimana.

Ad oggi, tutti gli ospiti che non hanno contratto il virus sono stati trasferiti nei reparti San Vincenzo e Deorsola, in modo da poter istituire un reparto Covid-19 interno, in cui si trovano i positivi in isolamento fiduciario e il personale dedicato che, a turno, lavora esclusivamente all’interno dell’area.

Tutte le famiglie degli ospiti positivi sono state avvisate telefonicamente, le condizioni di salute saranno monitorate e gli interessati saranno avvertiti di eventuali evoluzioni”, rassicurano dall’Opera Pia.

I tamponi di controllo ai pazienti saranno effettuati tra 10 giorni; al contrario, i test ai dipendenti vengono invece effettuati già oggi, giovedì 19 novembre.

Non saranno invece garantite le videochiamate nei prossimi giorni a causa di problemi legati all’Associazione che gestisce il servizio. A questo proposito, gli addetti tranquillizzano comunque le famiglie: “stiamo cercando una soluzione per poterlo ripristinare e potenziare il più in fretta possibile”.