Attività colpite dal Covid-19, scatta la riduzione Tari

683

Disponibile sul sito del Consorzio Chierese per i Servizi la modulistica per chiedere la riduzione TARI da parte delle attività bloccate dall’emergenza Covid-19.

riduzione tari covid
Disponibili sul sito del CCS i moduli per la richiesta di riduzione della TARI 2020 da parte delle aziende bloccate dal Coronavirus

Il Consorzio Chierese per i Servizi comunica che è disponibile, sul sito consortile, il modulo di autocertificazione per richiedere la riduzione della quota variabile della TARI per l’anno 2020 da parte delle utenze non domestiche la cui attività è stata sospesa, in esecuzione delle misure adottate a livello nazionale e locale per contrastare l’emergenza Covid-19.

Gli importi sono ridotti del 15%, per le utenze sospese per un periodo inferiore o uguale a 60 giorni e del 25% per quelle sospese per un periodo superiore a 60 giorni.
La riduzione sarà applicata nell’avviso di pagamento a conguaglio, che sarà recapitato nel 2021.

La riduzione si applica alle attività presenti nei Comuni la cui gestione della TARI è affidata
al Consorzio Chierese (oltre a Carmagnola, anche Arignano, Baldissero, Cambiano, Chieri, Pecetto, Pino Torinese, Poirino, Riva presso Chieri e Santena).

Il modulo deve essere presentato al Consorzio Chierese, da parte delle utenze di cui alla Tabella 2 Deliberazione Arera 5 maggio 2020 n. 158, reperibile sul sito consortile, entro la data del 31 ottobre 2020, preferibilmente tramite email o, in alternativa, mediante consegna fisica presso gli Ecosportelli previa richiesta di appuntamento al numoer 011-9414343.

Il CCS specifica che, per le utenze inserite invece nelle tabelle 1A e 1B della Deliberazione Arera, non occorre presentare il modulo, in quanto la riduzione sarà applicata d’ufficio dal Consorzio.

Crisi Covid: riduzione della Tari alle aziende di Carmagnola