Crescere Insieme Carmagnola, tante attività in Africa e aiuti in Ucraina

193

L’associazione di Carmagnola Crescere insieme prosegue la sua attività con numerosi progetti in Africa e aiuti alla popolazione ucraina colpita dalla guerra.

Crescere Insieme Carmagnola
L’associazione Crescere Insieme di Carmagnola porta avanti numerosi progetti di solidarietà in Kenya

In questo primo trimestre dell’anno, che da subito si è presentato difficile per tutti, l’associazione Crescere Insieme di Carmagnola ha proseguito nelle sue attività e si ritiene orgogliosa dei risultati raggiunti. Ben altri 10 bambini adottati a distanza sono entrati a far parte della grande famiglia dell’Associazione carmagnolese e, insieme a tanti altri, riceveranno tutte le cure, l’istruzione e l’alimentazione necessaria all’interno della scuola primaria di Igoji in Kenya.

«Oggi sono ancora troppi i bambini nel mondo soli e abbandonati -dice don Lorenzo, rettore della scuola– Illuminare la vita di un bambino solo, donandogli il calore di una casa in cui crescere al sicuro, è meraviglioso». Per questo l’Associazione si impegna profondamente per sostenere questi progetti, cercando quante più famiglie possibile desiderose di sostenere questi bambini.

In questi mesi Crescere Insieme ha anche provveduto a far riparare il ventilatore per l’anestesia dell’ospedale di Matiri in Kenya, dove presta servizio da oltre 20 anni fratel Beppe Gaido, cittadino carmagnolese onorario. Grazie a questo intervento, dal costo di seimila euro, è ora garantito ossigeno salva-vite, indispensabile in caso di emergenza. Nel periodo in cui il ventilatore non funzionava, fratel Beppe e la sua equipe hanno dovuto ricorrere a un ventilatore manuale, meno affidabile in termini di sicurezza.

Gaido e Pochettino cittadini onorari di Carmagnola

L’Associazione non ha neppure fatto mancare il sostegno all’orfanotrofio St. Lawrence di Nkubu e all’orfanotrofio Allamano di Meru: il primo ospita bambini orfani disabili, che necessitano di cure continue in una struttura adeguata alle loro necessità, l’altro accoglie bambini orfani vittime di abusi, raccolti dalle strade poiché costretti a lavorare invece di andare a scuola. «Questi bambini vengono accolti da suore italiane e africane, che li aiutano a ritrovare una vita, spezzata dalla sfortuna di essere abbandonati già dalla nascita. Anche i bambini delle nostre scuole primarie continuano incessantemente ad offrire il loro contributo a sostegno di questi bambini, inviando loro mascherine e materiale didattico».

In questo periodo di guerra, infine, Crescere Insieme non ha neppure potuto rimanere cieca davanti ai devastanti fatti di cronaca: ha così raccolto ed inviato aiuti in Ucraina, dimostrando che la solidarietà non ha confini:Tutto questo è stato possibile grazie a tutti coloro che credono nell’operato dell’associazione e sostengono i suoi progetti con lasciti, donazioni, acquisti ai mercatini del riuso e in molti altri modi: solo insieme si può arrivare lontano”. 

Per informazioni e contatti, scrivere a crescereinsiemecarmagnola@gmail.com o chiamare il numero 347-8445792.

Crescere Insieme, nuovo generatore all’ospedale di Matiri in Kenya