Davide Cerullo a Carmagnola per “Il libro del mercoledì”

511

Lo scrittore napoletano Davide Cerullo ospite a Carmagnola mercoledì 14 giugno insieme al fumettista Emanuele Fucecchi, per presentare i libri “L’orrore e la bellezza” e “Soldatini di piombo”.

Davide Cerullo
Davide Cerullo sarà mercoledì a Carmagnola per presentare i suoi libri

Mercoledì 14 giugno 2023 si apre il trittico di incontri della rassegna “Il libro del mercoledì”, inserita nel programma del Mese della Cultura di Carmagnola, con due ospiti di eccezione: Davide Cerullo ed Emanuele Fucecchi.

L’incontro si svolge nel cortile del castello comunale, in via Silvio Pellico 5, a partire dalle ore 21 è a ingresso gratuito. Organizza il Gruppo di Lettura Carmagnola.

Tre libri di grandi autori presentati dal Gruppo di Lettura Carmagnola

Cerullo è nato nel 1974 nella periferia di Napoli. “Cresciuto nel quartiere della droga, dal fondo di prigione ha trovato il suo nome scritto nella Bibbia: Davide! Ha staccato di nascosto le pagine, le ha lette e da lì è cominciata una persona nuova”, scrive di lui Erri De Luca.

Attualmente Cerullo vive a Scampia, dove ha fondato “L’albero delle storie”, un’Associazione di promozione sociale, che si occupa di progetti educativi. Si dedica alla fotografia e alla scrittura.

Fucecchi, illustratore e fumettista, disegna per L’Espresso e Il Fatto Quotidiano e ha lavorato anche per Il Foglio e Avvenire. Tra i suoi libri “Politik” per la Sperling & Kupfer. In tv ha animato la cronaca politica per “Tetris” su La7, la nera per “Matrix” di Mediaset, l’attualità per “Petrolio” su Rai Uno. È stato insegnante nella scuola pubblica per dieci anni.

Mese della Cultura 2023 a Carmagnola: tutto il programma

A Carmagnola i due autori presentano i libri “L’orrore e la bellezza” e “Soldatini di piombo – Amore e morte a Scampia”.

Il primo è l’autobiografia di Cerullo, bambino partenopeo degli anni Seettanta con la delinquenza come orizzonte di ogni giornata: un flusso di racconti e di digressioni su vite e volti, per approdare alla necessità di una rinascita che continua ogni giorno, nel presente.

Il secondo racconta sempre di Davide, a 10 anni ricercato dalla Polizia, a 14 gestisce una piazza di spaccio a Scampia, a 16 viene arrestato per droga, a 17 è gambizzato dai killer di un clan rivale, a 18 rinchiuso nel carcere di Poggioreale, dove lo attende l’incontro più rivoluzionario della sua vita.

Premiate le vincitrici del contest scolastico “Adesso scrivo io” a Carmagnola