Deposito nucleare, l’onorevole Ruffino attacca Sogin: “più trasparenza”

273

L’onorevole Daniela Ruffino (Azione) ha presentato un’interpellanza al Ministero della Transizione Ecologica per chiedere più trasparenza da parte di Sogin sul deposito nucleare. E sottolinea come Carmagnola non sia un sito idoneo a ospitarlo.

Ruffino sogin
L’onorevole Daniela Ruffino (Azione) attacca Sogin, chiedendo maggiore trasparenza, e ribadisce che Carmagnola non è idonea a ospitare il deposito nazionale delle scorie radioattive

Con un’interpellanza al ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, l’onorevole Daniela Ruffino, eletta nel collegio carmagnolese, va all’attacco di Sogin e chiede maggiore trasparenza nel processo per individuare il sito che ospiterà il futuro deposito nazionale delle scorie radioattive.

Nell’occasione, la deputata di Azione non manca di sottolineare come il sito di Casanova non sia idoneo: “A Carmagnola, la presenza di falde acquifere troppo superficiali, di cascine storiche con i relativi nuclei famigliari, e il passaggio di numerosi velivoli fanno sorgere dubbi riguardo l’opportunità di costruire proprio lì il deposito nazionale -dichiara- Pare inoltre che vi sia stata inoltre una valutazione errata della quantità di suolo coltivato, nonché della presenza di beni tutelati dalla Soprintendenza, di fauna e habitat protetti“.

Definita la Carta nazionale delle aree idonee per il deposito nucleare: Carmagnola dentro o fuori?

Alla luce di tutto questo, Ruffino ritiene quindi “importante fare un’operazione di trasparenza e desecretare atti e criteri di individuazione dell’area, in modo da fugare ogni tipo di perplessità e rassicurare la popolazione”.

La richiesta dell’onorevole, che è anche componente della Commissione Ambiente di Montecitorio, è quella di rendere pubblica da subito la CNAI (Carta Nazionale delle Aree Idonee), anche per evitare speculazioni o il diffondersi di nuove paure sul territorio.

Abbiamo appreso da organi di stampa che Sogin avrebbe da poco trasmesso al Ministero la proposta di CNAI -si legge nell’interpellanza- Ma, al momento, in attesa dell’acquisizione dei pareri tecnici dell’Ispettorato Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione, tale proposta è rimasta secretata e quindi non se ne conoscono né i dettagli né le conclusioni di merito”.

Deposito nucleare: “nessuna scelta su Carmagnola è stata ancora ufficializzata”