Eliporto notturno 118 a Carmagnola: il 31 luglio l’inaugurazione

230

Dal 1 agosto anche Carmagnola è abilitata ad ospitare l’atterraggio dell’elisoccorso 118 nelle ore notturne. Dopo mesi di trattative tra l’assessore Pampaloni e la centrale operativa 118, l’eliporto sarà situato presso gli impianti sportivi di via Mussetti in borgo Salsasio.

Il comune di Carmagnola ha provveduto negli scorsi mesi a mettere a norma l’impianto con illuminazione idonea, recinzione, bacheca luci, cancelli d’accesso; dal suo canto la Cri, almeno nel periodo iniziale, dovrà presidiare il terreno d’atterraggio dal momento in cui viene dato l’allarme, durante il rendez vous tra elicottero ed ambulanza, fino a fine emergenza. «Il progetto eliporto è partito anche in altre cittadine limitrofe come Sommariva, e nel caso di Carmagnola è stato caldamente voluto e sollecitato dall’amministrazione», spiega Roberto Tosi dalla Croce Rossa, «andrà a beneficio non solo di Carmagnola e ma anche dei comuni limitrofi ed abbatterà notevolmente i tempi di trasferimento verso gli ospedali destinati ad ospitare i pazienti». Per l’inaugurazione, lunedì 31 luglio (tempo permettendo) è prevista ore 20.30 una simulazione a cura dei volontari Cri del comitato locale. Alle ore 21.00-21.15 il primo elicottero atterrerà all’eliporto con equipaggio al completo (pilota, tecnico di volo, medico anestesista rianimatore, infermiere e tecnico del soccorso alpino); a seguire discorsi di presentazione e saluto, visione del mezzo e decollo verso l’eliporto base di Torino.

L’Assessore Pampaloni

Costo dell’operazione intorno ai 1500 euro, confermato in una nota scritta dall’assessore Pampaloni: «Permetterà di salvare qualche vita; ora al lavoro per la pista diurna».