Primi appuntamenti per celebrare la Giornata della Donna a Carmagnola

456

Al via -Coronavirus permettendo- gli appuntamenti organizzati a Carmagnola per celebrare la Giornata internazionale della Donna 2020.

mimosa giornata donna carmagnolaAl via –Coronavirus permettendo- gli appuntamenti organizzati a Carmagnola per celebrare la Giornata internazionale della Donna.

Anche quest’anno, le donne carmagnolesi si sono messe in rete, per fare sinergia, per sviluppare e organizzare insieme iniziative diverse e significative, “che possano raggiungere e coinvolgere tante donne, non solo per l’8 marzo, ma tutto l’anno“.

Questi i primi appuntamenti in calendario a marzo [che, come anticipato, potrebbero essere annullati o posticipati in caso di eventuale proroga dell’ordinanza regionale finalizzata al contenimento del contagio da Coronavirus].

Domenica 1 marzo, alla trattoria della Vigna, è in programma il “Pranzo delle Donne” organizzato dall’Associazione Giorgina Devalle – Udi Carmagnola.

Mercoledì 4 marzo, alle 21, il cinema Elios propone “Il corpo della sposa” di Michela Occhipinti (Italia, 2019, 94’), candidato al Nastro d’Argento: la complessità del rapporto tra le donne e i loro corpi attraverso la storia di una donna che mette a rischio la propria salute per soddisfare un canone estetico imposto da altri.

Dal 6 all’8 marzo, nella chiesa di San Rocco, dalle 10 alle 18, mostra di abiti e accessori “Questione di stile – La donna e l’abito: i cambiamenti dal 1900 ad oggi”, organizzata dal Gruppo Donne in Città.

+++AGGIORNAMENTO DEL 5/3: LA MOSTRA E’ SOSPESA PER EFFETTO DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO RELATIVO ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS+++

«Noi, donne di diverse associazioni e gruppi che lavorano con le donne tutto l’anno, ricordiamo il vero significato della Giornata Internazionale della Donna, celebrata da oltre 100 anni in molti paesi del mondo per denunciare i numerosi problemi ancora irrisolti, dai diritti personali e sociali al contrasto delle violenze e discriminazioni, per chiedere il pieno riconoscimento del ruolo e delle capacità delle donne nei diversi ambiti della società, in tutto il mondo -dichiarano le organizzatrici di “Non solo 8 marzo” a Carmagnola, per celebrare la Donna- Siamo da sempre convinte che, se le donne si organizzano e uniscono le loro competenze ed esperienze, le loro idee, aspirazioni e sogni, possono contare e incidere positivamente sul cambiamento verso una società più giusta e paritaria per tutte e tutti. E pensiamo che sia fondamentale lavorare insieme, tra donne di diverse generazioni e di diversa formazione culturale e sociale».