Giornata mondiale del libro: letture e un concorso al Baldessano-Roccati

134

In occasione della Giornata mondiale del libro, l’Istituto “Baldessano-Roccati” ha organizzato delle letture su Calvino e bandito un concorso letterario.

Giornata libro Baldessano Roccati
Il concorso letterario bandito dall’Istituto “Baldessano Roccati” di Carmagnola è rivolto a tutte le classi. La premiazione avrà luogo nei prossimi mesi e vedrà la pubblicazione sui social dei testi vincitori.

Il Baldessano-Roccati di Carmagnola propone una doppia iniziativa in occasione della Giornata mondiale del libro, con un incontro di letture su Italo Calvino e con un concorso letterario rivolto agli studenti.

Le letture si terranno il 23 aprile in modalità online, con la collaborazione della biblioteca civica di Carmagnola: previsti brani tratti da “Le città invisibili” di Calvino, accompagnati da poesie di Wisława Szymborska e di Gianni Rodari.

Eduscopio 2020, il “Baldessano Roccati” di Carmagnola resta al vertice

Gli elaborati saranno invece  corretti da una Giuria esterna, dopo essere stati selezionati dai docenti responsabili del progetto. La premiazione è stata spostata a data da definire, a maggio, mese dei libri, o a giugno, nell’ambito del Mese della Cultura 2021.

L’idea sarebbe di seguire le letture in modalità mista, con alcuni studenti in DaD e con altri in presenza, scaglionando le classi; si è pensato anche di posticipare la premiazione a quando gli allievi siano più liberi, magari dando l’occasione alle famiglie di partecipare“, spiega la professoressa Cavaglià.

“Dopo le attività, sarebbe interessante far scrivere un tweet sulla poesia appena letta o individuare una parola comune che emerga in tutti i testi –continua la professoressa Crivello- Un’altra proposta è di selezionare i dieci racconti migliori e di inserirli in una raccolta in formato ePub.”

“Il libro del mercoledì”: ecco i nomi della kermesse letteraria di Carmagnola

L’iniziativa ha lo scopo di fare apprezzare la lettura agli studenti, senza porla come un obbligo scolastico.

Per creare non solo lettori appassionati, ma anche scrittori consapevoli, si è pensato di organizzare un concorso di scrittura aperto a tutte le classi -aggiunge la professoressa Cravero- I ragazzi dovranno descrivere una città immaginata da loro, realistica o utopica, e descriverla in un elaborato di lunghezza compresa tra le 800 e le 4000 battute. I tre racconti decretati vincitori verranno premiati con libri e la pubblicazione sui vari social media.”

“Dopo un anno tanto difficile, è giusto che gli studenti si avvicinino al piacere della lettura, senza la pressione di un compito o di un’interrogazione“, conclude la professoressa Quattrocchio.

Sondaggio sulla lettura al “Baldessano-Roccati” di Carmagnola