La Regione mette in stand by l’area per l’ospedale unico Asl TO5?

1124

Il consigliere regionale Davide Nicco annuncia che l’assessore Icardi avrebbe bloccato la progettazione dell’ospedale unico Asl TO5 nell’area di Cenasco-Vadò, tra Moncalieri e Trofarello, per effettuare ulteriori valutazioni.

progettazione ospedale unico
Davide Nicco comunica lo stop regionale alla progettazione dell’ospedale unico dell’Asl TO5 tra Moncalieri e Trofarello

A seguito dell’interrogazione discussa oggi in Consiglio regionale sull’ospedale unico dell’Asl TO5, l’assessore Icardi ha affermato che la progettazione, sull’area che sarà scelta, partirà solo dopo la chiusura del bando dell’Inail e che gli uffici stanno attualmente valutando a quanto ammonterebbero i maggiori costi nel costruire nell’area esondabile di Cenasco, a conferma dei pesanti dubbi (uso un eufemismo) che tutta la Maggioranza ha sull’area“.

Così Davide Nicco, consigliere regionale di Fratelli d’Italia ed ex sindaco di Villastellone, comunica quanto discusso e torna sul tema, tornato di attualità dopo la pubblicazione dei risultati della perizia idrogeologica e sismica effettuata dal Politecnico di Torino.

Ospedale unico Asl TO5, consegnata la perizia sull’area Vadò

E’ una bestemmia economica e amministrativa insistere per sprecare soldi pubblici nel costruire un ospedale in una zona esondabile anziché costruirlo in una zona sana -commenta Nicco- Spendere di più in presenza di alternative valide per costruire un’opera pubblica è innanzitutto un danno erariale. Nel caso si costruisse l’ospedale nell’area verde esondabile di Cenasco, non si parla di sprecare un euro, ma di sprecare diversi milioni di euro“.

L’ex sindaco di Villastellone ribadisce la fiducia nella Giunta regionale in merito alla valutazione dell’opzione migliore. “Sono sicuro che l’assessore regionale e i suoi tecnici sapranno gestire al meglio la situazione e fare la scelta migliore, anche valutando le altre caratteristiche del nuovo ospedale, quali l’accessibilità e la baricentricità, come deliberato dal Consiglio Regionale -dichiara- Si approfondiscano quindi in tempi rapidi eventuali alternative e poi si faccia la scelta oggettivamente migliore, considerando costi e caratteristiche, senza cedere a pressioni politiche e di partito“.

Nuovo ospedale unico Asl TO5, il sindaco Gaveglio: “perché insistere con un’area non idonea?”