Carmagnola: 900 mila euro per lavori al Canale Naviglio

166

Il Comune di Carmagnola ha approvato un progetto da quasi 900 mila euro per lavori al Canale Naviglio: serviranno ad evitare ristagni di acque reflue a cielo aperto.

canale naviglio carmagnola
Il Canale Naviglio fa parte della rete idrografica artificiale di Carmagnola

A seguito di diverse segnalazioni da parte dell’Arpa Piemonte e di Legambiente, il Comune di Carmagnola ha approvato un progetto per rimodellare il Canale Naviglio, nel tratto tra via Naviglio fino al ponte stradale di via Bellino, con l’obiettivo di evitare ristagni di acque reflue a cielo aperto.

Si tratta di un intervento da quasi 900 mila euro, che inizialmente sarebbe dovuto essere realizzato dalla Smat ma, a causa anche della pandemia, non è stato ancora progettato. Per questo il Comune -oltre a prevedere una azione di pulizia, dopo quella effettuata nel 2020- ha deciso di intervenire autonomamente.

La sola pulizia nei pressi non risolverebbe infatti i problemi di deflusso ma lo sposterebbe di una ventina di metri a valle -spiegano dalla Ripartizione tecnica- Per questo abbiamo chiesto a un professionista iscritto all’Albo del Comune e con comprovata esperienza in materia idraulica di procedere alla redazione di un progetto di fattibilità tecnico-economica, in modo avere una quantificazione degli interventi da eseguire
ed eventualmente suddividere dello progetto in più lotti, a seconda delle disponibilità economiche“.

In partenza i lavori per il nuovo canile comunale di Carmagnola

Il Naviglio è un canale che fa storicamente parte della ricca rete idrografica del territorio di Carmagnola: si tratta di un corso d’acqua artificiale, inizialmente progettato per irrigare terreni e alimentare mulini

Il suo tracciato -per un totale di circa 1,4 chilometri– è abbastanza regolare, senza bruschi cambi di direzione; il fondo e le sponde sono in materiale naturale, con numerosi arbusti e alberi sulle sponde, che non facilitano le operazioni di pulizia.

La problematica nasce dal fatto che il canale è caratterizzato, almeno nel tratto a monte, da un regime idraulico molto irregolare, con picchi in occasione di eventi meteorologici estremi -spiegano i progettisti dello studio Progectolab nella relazione consegnata al Comune di Carmagnola- Questo fa sì che, passate le piene, si depositino numerosi residui, che nei periodi di asciutta vanno ad alimentare problematiche di decoro e di igiene urbana. Anche la mancanza di sbarramenti selettivi contribuisce a questa situazione“.

Pancalieri: lavori di pulizia al Canale Angiale

Per questo è stato studiato un intervento che -dopo una fase iniziale di pulizia- prevede la riprofilatura del canale e la regolarizzazione del fondo, per garantire un deflusso minimo costante.

In alcuni tratti sono quindi necessari ulteriori interventi, compresa la creazione di by-pass locali per evitare ostacoli e discontinuità di pendenza e la realizzazione di tratti di fondo in calcestruzzo, oltre a inserire un paio di barriere selettive nell’alveo del canale, in due diversi punti.

Approvato questo primo progetto di fattibilità, l’obiettivo del Comune è di procedere con la progettazione definitiva ed esecutiva, per andare a gara entro la prossima primavera: in questo modo i lavori potrebbero partire nell’autunno 2023, per concludersi a inizio dell’anno successivo, con i necessari collaudi.

Siccità e cattiva gestione dell’acqua, il report del WWF