Lavori di pubblica utilità: accordo tra Carmagnola e Tribunale di Asti

324

Il Comune di Carmagnola ha rinnovato per cinque anni la convenzione con il Tribunale di Asti per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità come pena alternativa.

lavori pubblica utilità carmagnola
Il giudice può prevedere la condanna ai lavori di pubblica utilità presso Enti pubblici o organizzazioni di volontariato come pena alternativa per alcuni reati previsti dal Codice della Strada

L’Amministrazione di Carmagnola e il Tribunale di Asti hanno rinnovato, per cinque anni, la convenzione che permette al Comune di ospitare fino a 12 soggetti per lavori di pubblica utilità, intesi come pena alternativa a multe in denaro o al carcere per alcune tipologie di reato.

In particolare, il Codice della Strada prevede questa possibilità per i reati di guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti -spiegano da Palazzo- Si tratta di una pena che consiste nella prestazione di attività non retribuita in favore della collettività da svolgere presso Enti pubblici oppure organizzazioni di assistenza sociale e di volontariato“.

A Carmagnola si amplia lo spazzamento manuale in centro e nei borghi

Le attività, come indicato dalla convenzione, rientreranno prevalentemente negli ambiti di cura del territorio e del patrimonio pubblico, a partire dall’igiene urbana e dalla manutenzione di aree verdi; di solidarietà sociale, di sicurezza del traffico e della circolazione stradale, compresi i servizi di vigilanza all’ingresso e all’uscita dagli istituti scolastico o durante le manifestazioni.

A carico del Comune vi saranno i costi assicurativi per la copertura contro gli infortuni e le malattie professionali, nonché riguardo alla responsabilità civile verso terzi; le operazioni di raccordo gestionale e organizzativo con gli uffici del Tribunale e con gli avvocati sono di competenza della Ripartizione Politiche sociali.

Lavori di pubblica utilità per gli ospiti del dormitorio di Carmagnola