“Le rose non bastano”: Donne in Città e CRI Carmagnola insieme contro la violenza di genere

373

Il Gruppo Donne in Città ha realizzato, sulla facciata della sede della Croce Rossa di Carmagnola, un’installazione artistica contro la violenza di genere, che mette in evidenza il numero di emergenza nazionale 1522.

violenza di genere carmagnola
L’installazione sulla sede della CRI Carmagnola, in piazza I maggio, contro la violenza di genere

Una nuova installazione realizzata dal gruppo Donne in Città -dal titolo “Le rose non bastano” e finalizzata a contrastare la violenza di genere– è presente da alcuni giorni sulla facciata della sede di Carmagnola della Croce Rossa, in piazza I Maggio.

L’opera si basa sul recupero dello striscione che, per mesi, ha occupato la parete dell’ospedale cittadino San Lorenzo, sul lato di via Lionne, opportunamente restaurato e riadattato: raggruppa tante rose trafitte da un oggetto contundente, a simboleggiare ogni tipo di violenza che subisce il mondo femminile.

Donne in Città e Asl TO5, un’opera d’arte dedicata alle donne

Accanto ad esse trova posto un tabellone con il numero 1522 ricamato ed in evidenza: si tratta del numero telefonico di emergenza nazionale che ogni donna minacciata e in pericolo può comporre per chiedere aiuto, in forma anonima e gratuita.

A completare l’installazione, un volto di donna tumefatto con la frase “Le rose non bastano. Fatti rispettare”. L’opera resterà esposta a tempo indeterminato, in attesa di nuove idee per il 2024.

«Contro la violenza di genere è necessario che tutta la società sia impegnata per la prevenzione e per il cambiamento culturale che deve garantire il rispetto della dignità e della libertà delle donne -commentano i promotori della lodevole iniziativa- In tal senso le operatrici e gli operatori della CRI svolgono un ruolo importante, in parallelo al loro quotidiano servizio a favore del territorio».

Carmagnola: inaugurate le installazioni per i dieci anni di “Donne in Città”

“Donne in Città” è un gruppo informale che opera a Carmagnola da 10 anni proponendo iniziative di animazione culturale per valorizzare il ruolo, le capacità e la creatività delle donne, anche tramite il riciclo e il riutilizzo di materiali di recupero.

Molteplici sono state le loro iniziative contro la violenza sulle donne. Si è iniziato con le panchine rosse sistemate in vari punti della città e seguite, negli anni, da diverse installazioni realizzate con le rose rosse collocate sui balconi, sui tronchi degli alberi in viale Ex Internati e all’ingresso dell’ospedale.

Ro.To.

Panchine rosse contro la violenza sulle donne e l’indifferenza