Carmagnola, protesta in piazza contro DPCM e coprifuoco: “vogliamo solo lavorare”

1699

Si è svolta a Carmagnola la manifestazione di protesta contro le norme dell’ultimo DPCM e contro il “coprifuoco” notturno imposto dalla Regione Piemonte.

protesta dpcm carmagnola
Uno degli striscioni presenti alla manifestazione di protesta organizzata a Carmagnola contro il “coprifuoco” regionale e l’ultimo DPCM

Si è svolta ieri sera in piazza IV Martiri, a Carmagnola, la manifestazione di protesta contro le norme dell’ultimo DPCM del 25 ottobre che impongono la chiusura alle 18 per bar e ristoranti e contro il “coprifuoco” notturno imposto dalla Regione Piemonte.

Alcune decine i partecipanti, circa 200 secondo gli organizzatori, di cui una ventina tra commercianti ed esercenti di esercizi pubblici colpiti dalle recenti restrizioni dei decreti e delle ordinanze anti-Covid.

Non nascondiamo un po’ di delusione, perché ci aspettavamo una presenza decisamente maggiore, visto il tanto malcontento in città e le adesioni che questa iniziativa aveva raccolto in rete -spiega Liliana Brunetto, una delle tre promotrici della protesta carmagnolese, insieme a Carmen Di Maggio e Giovanni Mallamaci- In ogni caso, abbiamo ribadito le ragioni che ci hanno portati a scendere in piazza: chiediamo soltanto di poter lavorare, dopo gli sforzi fatti per mettere in sicurezza i nostri locali e adeguarci alle norme anti-contagio“.

carmagnola protesta dpcm
I tre organizzatori della manifestazione con lo striscione in cui chiedono “diritto al lavoro”

Non sono mancati striscioni e cartelli di protesta, a esprimere un disagio presente in molte categorie: “Se pagare le tasse è un dovere, lavorare è un diritto”, “Non andrà tutto bene”, “Lo sport non è solo svago… è lavoro”, “Libertà e lavoro”, “Poi dicono che noi giovani non vogliamo lavorare. Riaprite le palestre, noi amiamo il vostro lavoro”.

La manifestazione si è svolta nel rispetto delle norme relative a mascherine e distanziamento interpersonale nonché in modo completamente pacifico.
Non è però da escludere che le violenze dei giorni scorsi in diverse città, compresa Torino, abbiano scoraggiato, almeno in parte, alcuni cittadini a partecipare attivamente alla manifestazione“.

Anche a Carmagnola si organizza la protesta contro DPCM e coprifuoco