“Marco Cavallo”: la storia di Franco Basaglia a Racconigi

161

La rassegna teatrale “Roba da matti” porta in scena venerdì 20 settembre a Racconigi lo spettacolo teatrale “Marco Cavallo”, di e con Franco Acquaviva. Organizza Voci Erranti.

MARCO CAVALLO

Secondo appuntamento, a Racconigi, con la rassegna “Roba da Matti” che l’Associazione locale Voci Erranti propone al pubblico nel desiderio di offrire alla cittadinanza momenti di riflessione e di condivisione sul tema della salute mentale.

Venerdì 20 settembre, alle ore 21 nella chiesa di Santa Croce sarà rappresentato lo spettacolo “La storia di Marco Cavallo”, di e con l’attore Franco Acquaviva della Compagnia Teatro delle Selve.

E’ questo il racconto a più voci della prima esperienza di animazione teatrale condotta dentro il manicomio di Trieste ,nel 1973, per volontà di Franco Basagliaspiegano da Voci Erranti– Esperienza che aprì il manicomio alla città e contribuì a cambiare il modo di essere del teatro e della cura. E’ il racconto di un’epopea collettiva che vede protagonisti, in anni che ora ci appaiono mitici, le visioni di Basaglia, del poeta Giuliano Scabia e del gruppo di artisti e operatori che, per primi, provarono a sfondare il muro dell’ospedale psichiatrico costruendo un cavallo di cartapesta, alto quattro metri e colorato di blu perché contenesse i sogni di tutti. Uno spettacolo bello e necessario visto che, oggi, molte delle conquiste sociali e civili di quegli anni sono messe in discussione. Una serata di buon teatro per tutti“.

Biglietto unico per la serata “La storia di Marco Cavallo” in vendita a 5 euro. Per informazioni, scrivere a info@vocierranti.org, visitare il sito www.vocierranti.org o chiamare il numero 380-1758323.