Musica a “domicilio” con Bart Café e il Trio Illogico

191

I Bart Café e il Trio Illogico propongono una soluzione per continuare a esibirsi: i “concerti a domicilio”, previsti per l’anno prossimo.

Bart Café concerti a domicilio
I Bart Café propongono concerti a domicilio nel 2021, al termine dell’emergenza sanitaria

I gruppi carmagnolesi Bart Café e Trio Illogico hanno lanciato un’iniziativa originale –musica e concerti a domicilio– per superare la crisi legata all’emergenza sanitaria, che sta colpendo duramente anche il settore dello spettacolo.

Le due Band, infatti, accettanno prenotazioni per concerti privati, in modo da tornare a esibirsi in sicurezza, quando sarà possibile.
Si è pensato a questa proposta poiché nel periodo attuale è molto difficile esibirsi dal vivo.  –spiega Bartolo Collo, membro del Bart Café e del Trio Illogico– Prima della pandemia, spesso suonavamo nei locali. Sarebbe una disgrazia, se si perdesse la musica durante una situazione tanto delicata.

I musicisti carmagnolesi hanno quindi trovato un escamotage:Non potendo più invitare i nostri fan ai concerti, abbiamo deciso di recarci da loro, in un momento più favorevole“, prosegue Collo.

Trio Illogico concerti a domicilio
Anche per il Trio Illogico musica e concerti a domicilio come formula anti-crisi

Così hanno messo un post su Facebook“Vuoi fare un gesto concreto per sostenere l’arte e la cultura? Prenota un nostro concerto a casa tua o nel tuo giardino, per te e per i tuoi amici, che verremo a rappresentare la prossima primavera o estate, quando questo incubo sarà finito. In questo modo ci aiuterai ad affrontare questo momento difficile. Promuovi la cultura e l’arte, fai un gesto concreto”.

Collo sottolinea quindi come l’idea dei “concerti a domicilio” si rifaccia ai “concerti da camera” di un tempo, per una fruizione del tutto privata.
“Si tratta dunque di una pratica antica, ma rispolverata e adattata al contesto attuale
-sottolinea- L’accoglienza positiva ha superato tutte le aspettative: dal post di Facebook abbiamo avuto oltre tremila contatti, mentre di solito i riscontri sono circa un terzo. Alcune persone hanno già prenotato! Tuttavia, sarà necessario ricontattarle, poiché non si comincerà prima della tarda primavera o dell’inizio dell’estate”.

Come vi spiegate questo successo? “La musica dal vivo è sempre piacevole e si ha bisogno di un po’ di leggerezza -conclude il frontman dei Bart Café- Nei mesi scorsi, a causa del lockdown, sono state annullate molte date, ma con l’allentamento delle restrizioni eravamo tornati ad esibirci. Speriamo che questa soluzione alternativa si riveli vincente”.

Bart Cafè, musica online contro l’isolamento sociale