Visite al castello e presepi a Racconigi per Natale

1001

Visita guidata a tema al castello di Racconigi il giorno di Santo Stefano (26 dicembre) e presepi nelle principali chiese cittadine nelle festività di Natale 2019.

Natale al castello di Racconigi
Natale 2019 a Racconigi

Il 26 dicembre -giorno di Santo Stefano- il castello reale di Racconigi sarà aperto per il tour classico “Racconigi si racconta”, con la visita arricchita da curiosità legate al Natale in casa Savoia.

La residenza racconigese non fu mai frequentata in inverno, ma di sicuro offre spunti per raccontare aneddoti poco noti che riguardano la vita privata dei Savoia specie tra fine Ottocento e inizio Novecento, quando le feste erano divise tra momenti pubblici e privati e lo scambio di regali era un rito atteso e un modo per i sovrani per mostrare la loro attenzione verso le persone che stavano loro accanto e verso le classi sociali più povere spiegano gli organizzatori Se volete sapere se i Savoia preferivano l’albero o il presepe, non vi resta che partecipare alla visita“.

Le visite guidate si terranno alle 11, 14,30 e 16 al prezzo di 10 euro pagando e prenotando direttamente al castello.
Domenica 5 gennaio 2020, invece, vi sarà l’ingresso gratuito al castello (senza visite guidate).
Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Turistico di Racconigi al numero 392-0811406  o visitare il sito del Polo Museale del Piemonte dedicato al castello racconigese.

Restano quindi aperti al pubblico fino a domenica 12 gennaio i suggestivi presepi allestiti a Racconigi grazie al contributo dei volontari e che ogni anno crescono e si arricchiscono di nuovi particolari.

Il tradizionale presepe meccanico, allestito ormai da molti anni nella chiesa del Gesù, sarà aperto fino a lunedì 6 gennaio, prima di concludere il periodo natalizio con due aperture straordinarie sabato 11 e domenica 12.
Ogni anno contiene nuove ambientazioni sempre più curate nei minimi dettagli, nel tentativo di unire il contesto sacro con il paesaggio circostante: le statue statiche sono l’eredità di un presepe dell’ex orfanotrofio racconigese, mentre sono stati inseriti i “Santon”, statue realizzate nell’alta Savoi

Anche il presepe nella chiesa di san Domenico seguirà gli stessi giorni di apertura; nato nel 2017 e costruito presso l’altare maggiore della chiesa su un carrello adibito al trasporto della statua della Madonna del Rosario, l’anno scorso è stato ampliato e realizzato nella cappella dedicata a santa Caterina situata nella parte sinistra della chiesa. Quest’anno è stato ulteriormente arricchito di nuove realizzazioni raggiungendo una superficie di circa 20 metri quadri, con l’aggiunta di un villaggio in cui compare la riproduzione della chiesa di san Domenico, una casa rurale e l’alternanza giorno/notte. In primo piano spicca la Natività, con statue di gesso alte circa 50 centimetri.

Per entrambi i presepi l’orario di apertura durante i giorni feriali è dalle 14 alle 18, nei festivi dalle 10 alle 18.