Navette borghi-stazione a pagamento, perplesso il PD

116

Con un’interpellanza in Consiglio comunale, il PD e la lista civica Elia hanno criticato la scelta di far diventare a pagamento il servizio di navette tra i borghi e la stazione di Carmagnola. La replica dell’assessore Cammarata.

navette borghi stazione carmagnola a pagamento
Le navette tra borghi e stazione di Carmagnola sono a pagamento dallo scorso 1° aprile

Perplessità da PD e lista civica Elia alla decisione, da aprile, di introdurre il pagamento del biglietto anche sulle navette “potenziate” che collegano i borghi di Salsasio e San Bernardo alla stazione di Carmagnola.

Era stata data ampia pubblicità alla gratuità del servizio per invogliare i cittadini al suo utilizzo -hanno scritto dal centrosinistra in un’interpellanza discussa in Consiglio comunale- Ora una singola corsa costa 1,60 euro indipendentemente dalla lunghezza della tratta: non è eccessivo? Non va a disincentivare l’utilizzo delle navette, con conseguente perdita di significato per il potenziamento del numero delle corse?“.

I consiglieri di PD e lista Elia hanno anche chiesto all’Amministrazione se si ha contezza del numero di passeggeri che utilizzano il servizio, per poter valutare la portata dell’investimento, la cui spesa annuale è di circa 120 mila euro.

Carmagnola: confermate per tutto il 2022 le navette borghi-stazione

Il servizio è stato gratuito per diversi mesi, da settembre a marzo, in via sperimentale: una scelta per promuoverlo al meglio e far sì che gli utenti lo potessero provare e si potessero rendere conto della comodità -ha replicato il vicesindaco Alessandro Cammarata, assessore ai trasporti, sottolineando come la tariffa di 1,60 euro è stabilita a livello regionale e ricordando la gratuità per gli utenti over 65 o con ISEE bassi- Adesso lo abbiamo prorogato fino a dicembre, chiedendo al gestore di impegnarsi entro l’estate a integrarlo nell’abbonamento integrato bus+treno Formula, andando così a superare ogni problematica relativa ai costi“.

Cammarata ha ribadito che se, al 31 luglio, la ditta Chiesa (che gestisce il trasporto urbano) non avrà ottenuto l’ingresso nell’abbonamento formula, la Giunta potrebbe decidere di sospendere il servizio, come peraltro già previsto nella delibera di proroga.

Carmagnola: modifiche agli orari dei treni per lavori sulla linea

Non dimentichiamo che si tratta innanzitutto di un’iniziativa per potenziare il trasporto pubblico locale, allineando la tratta urbana con gli orari ferroviari, per incentivare la mobilità sostenibile e ridurre l’inquinamento atmosferico -ha aggiunto il vicesindaco- Solo con un abbonamento che integri gli spostamenti locali su gomma a quelli ferroviari questo obiettivo potrà dirsi pienamente raggiunto”.

Cammarata ha infine fornito alcuni dati relativi all’utilizzo delle navette borghi-stazione: sono 118, in media, le persone che usano i mezzi nelle fasce orarie 8-12 e 15-20; le navette aggiuntive dalle 6:30 alle 7:20 vedono invece in media 18 passeggeri. “Speriamo che questa sperimentazione possa diventare un servizio strutturale, sulla base della risposta degli utenti”, ha concluso.

Aria a Carmagnola, i dati aggiornati del nuovo rapporto Arpa