Carmagnola: confermate per tutto il 2022 le navette borghi-stazione

410

La Regione Piemonte sostiene l’iniziativa del Comune di Carmagnola che prevede navette potenziate tra i borghi di Salsasio e San Bernardo e la stazione ferroviaria, per favorire la mobilità sostenibile: il servizio durerà per tutto il 2022. Si valuta l’ingresso nell’abbonamento integrato bus+treno “Formula”.

navette gratis borghi stazione carmagnola
Per tutto il 2022 restano le navette tra i borghi di Salsasio e San Bernardo e la stazione ferroviaria di Carmagnola

Il Comune di Carmagnola ha confermato, per tutto il 2022, il servizio potenziato di navette che collegano i borghi di Salsasio e San Bernardo con la stazione ferroviaria di piazza XXX aprile e con il centro cittadino, grazie anche a un contributo regionale già stanziato e la promessa di ulteriore supporto economico.

Si tratta di un’importante iniziativa a livello ambientale, in quanto incentiva la mobilità sostenibile, tenuto anche conto del fatto che Carmagnola non è ancora dotata di tangenziale sul versante nord, che viene particolarmente rafforzato dal servizio sperimentale in questione, e ciò ha delle implicazioni negative sulla qualità dell’aria“, commenta il vicesindaco Alessandro Cammarata, assessore ai trasporti.

Aria a Carmagnola, i dati aggiornati del nuovo rapporto Arpa

Le navette, in particolare, servono la tratta urbana San Bernardo – Centro città – Stazione FFSS – Via Torino – Salsasio, sulla quale sono state aggiunte diverse corse, sincronizzate con gli orari ferroviari, con l’obiettivo di rendere più appetibile l’utilizzo del mezzo pubblico (bus e treno) per raggiungere il capoluogo e per gli spostamenti privati in genere.

Il servizio -avviato in forma sperimentale già dallo scorso autunno- comporta circa 50 mila chilometri aggiuntivi all’anno, per un maggior costo stimato per il 2022 in circa 116 mila euro, oltre agli oltre 50 mila legati al periodo di gratuità sperimentato nei mesi passati.

Finora la Regione ha stanziato 40 mila euro ma, a seguito di colloqui informali con il Comune, è emersa la possibilità di un ulteriore intervento economico nel corso dell’anno per cofinanziare l’iniziativa: “pur con le difficoltà a sostenere il costo per le maggiori percorrenze, l’Ente ritiene infatti utile garantirne la continuità“.

Più navette tra San Bernardo, Salsasio e la stazione di Carmagnola

In parallelo, la Giunta Gaveglio ha sollecitato la ditta Chiesa, il Consorzio Extra-TO e l’Agenzia per la Mobilità Piemontese affinché l’abbonamento urbano ai mezzi pubblici possa essere incluso nell’abbonamento integrato Formula, che consente di usare con un unico titolo di viaggio sia i bus cittadini e treni diretti verso il capoluogo e tutta l’area metropolitana torinese.

Questa Amministrazione ritiene che l’intervento sulla mobilità sostenibile possa dirsi completo solamente se accompagnato dall’introduzione di nuovi abbonamenti Ferro+Gomma -conferma il vicesindaco Cammarata- Per questo abbiamo chiesto al vettore di adoperarsi in tal senso entro il mese di luglio, riservandoci di valutare il proseguimento della sperimentazione fino al 31 dicembre nell’ipotesi in cui non sia possibile l’integrazione dei nuovi abbonamenti”.

Carmagnola in Fiore 2022: al via il concorso per giardini, balconi e davanzali fioriti