Navy Social Carmagnola: ora i marinai carmagnolesi navigano anche nel web

292

È stato “varato” il Gruppo Navy Social dell’Associazione I Delfini OdV, a cui l’ANMI di Carmagnola e il museo civico navale hanno affidato la creazione e la cura di tutti i loro social media.

Navy Social Carmagnola
I tre giovani membri del Gruppo Navy Social Carmagnola con Giuseppe Di Giugno, presidente della sezione ANMI locale e dell’OdV I Delfini, all’interno del museo civico navale di piazza Mazzini

Il museo civico navale di Carmagnola, i marinai della sezione ANMI locale, il COMAC e l’Associazione I Delfini navigano ora anche in internet grazie al lavoro e al “cuore” del Gruppo Navy Social, composto da giovanissimi volontari e volontarie che hanno messo tempo e competenze a servizio delle realtà cittadine legate al mare e alla Marina.

«Da vent’anni I Delfini operano nel territorio carmagnolese con diversi servizi e opere in favore del museo civico navale, dalla vigilanza alla biglietteria all’accompagnamento dei visitatori, e del Comune, oltre a prodigarsi a favore del COMAC, il centro di modellismo navale -spiegano Giuseppe Di Giugno e Santi Maimone, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’OdV- Oggi abbiamo deciso di affidare ai tre giovanissimi del Gruppo la gestione di tutti i social: non solo quelli dei Delfini ma, vista la loro disponibilità, anche del museo e del Gruppo ANMI».

Il presidente del museo navale di Carmagnola ospite allo Stato Maggiore della Marina Militare

L’obiettivo è raggiungere il maggior numero possibile di persone, di ogni età. «Ancora una volta da Carmagnola e dai Marinai si decide di investire nel futuro e di dare fiducia alle nuove leve», commentano dall’Associazione.

Il Gruppo Navy Social è composto da Lidia Bergia, studentessa del Politecnico di Milano; Federico Lusso, al quinto anno del liceo scientifico scienze applicate di Carmagnola e William Di Giugno, matricola a Scienze Politiche all’Università degli Studi di Torino.

Modellismo navale: una vetrina in municipio a Carmagnola

Si tratta di tre giovani che già da tempo operano come volontari del museo. «Come tutti i loro coetanei, sono nativi digitali -aggiungono presidente e vicepresidente de “I Delfini”- Siamo certi che riusciranno a far conoscere la bella realtà di Carmagnola a tantissime persone tramite un canale ormai da tempo divenuto essenziale».

L’obiettivo del Gruppo è di andare pienamente online su tutti i canali di tutte le realtà coinvolte a partire da domenica 3 dicembre, quando si terranno i festeggiamenti per Santa Barbara, patrona dei marinai.

Sea Plogging, in barca a vela per pulire i mari