Riapertura del Pronto Soccorso di Carmagnola, Nicco chiede garanzie

1239

Il consigliere regionale Davide Nicco, ex sindaco di Villastellone, ha presentato oggi un’interrogazione alla Giunta regionale del Piemonte per avere un formale impegno alla riapertura nelle ore notturne del Pronto Soccorso di Carmagnola al termine dell’emergenza sanitaria COVID-19.

pronto soccorso san lorenzo carmagnola contagio coronavirus Davide Nicco foto Google Street View
Il pronto soccorso dell’ospedale San Lorenzo di Carmagnola

Il consigliere regionale Davide Nicco (Fratelli d’Italia, ex sindaco di Villastellone) ha presentato oggi, lunedì 30 marzo 2020, un’interrogazione a risposta scritta alla Giunta regionale, e in particolare all’assessore alla sanità Icardi, per avere un formale impegno alla riapertura nelle ore notturne del Pronto Soccorso di Carmagnola.

Per esso, infatti, è stata disposta mercoledì scorso la chiusura nelle ore notturne, per dirottare il personale ivi impegnato all’emergenza del COVID-19 -dichiara Nicco- Una decisione comprensibile in una fase di emergenza, ma che deve essere rivista appena il periodo di emergenza sarà concluso“.

L’interrogazione ricorda anche che, per molti dei Comuni che gravitano sul Pronto Soccorso di Carmagnola, il punto di primo soccorso più vicino risulta ora essere Moncalieri, distante circa 30 chilometri. “Una distanza non ammissibile in periodi di normale gestione sanitaria, a emergenza conclusa“, aggiunge il consigliere regionale.

Ribadisce Nicco sulla sua pagina Facebook: “E’ comprensibile che in un periodo di emergenza si debbano focalizzare gli sforzi e le risorse sull’assistenza ai malati di CoronavirusQuello su cui vorrei rassicurazioni è l’impegno dell’assessore alla riapertura anche notturna ad emergenza finita. Non dubito che questa sia la volontà di Icardi, ma credo sia opportuna una dichiarazione ufficiale che spazzi il campo da dubbi o dietrologieIl Pronto Soccorso di Carmagnola deve tornare alla sua ordinaria operatività al termine della crisi”.