“Non dimentichiamo i caduti per la Liberazione dal nazifascismo”: l’appello dell’Anpi Carmagnola

458

“Alcuni cippi che ricordano i partigiani caduti per la liberazione dal nazifascismo sono in stato di abbandono”: l’Anpi Carmagnola lancia un appello all’Amministrazione di Carmagnola “per ricordarli degnamente e non dimenticare”.

anpi carmagnola cippo partigiani
Il cippo dedicato ai partigiani uccisi dai nazisti il 5 febbraio del 1945, nell’attuale piazza IV Martiri: qui l’ANPI Carmagnola ha deposto delle primule rosse, in memoria dell’eccidio

La memoria dei partigiani caduti a Carmagnola e nelle campagne circostanti la città va onorata, anche tramite la cura dei cippi che ne ricordano il sacrificio durante la lotta di liberazione dal nazifascismo: per questo il Circolo carmagnolese “Martiri della Libertà” dell’ANPI lancia un appello all’Amministrazione Gaveglio, oltre a impegnarsi direttamente nel segnalare e sistemare targhe commemorative e altri monumenti presenti sul territorio.

Passano gli anni ma la memoria di quel tragico periodo deve restare viva, per trasmettere alle nuove generazioni la conoscenza dei valori per cui molti giovani sacrificarono la loro vita -sottolineano dall’Associazione Nazionale dei Partigiani d’Italia- Non possiamo dimenticare gli anni bui della dittatura fascista, che ha trascinato il nostro Paese in una guerra terribile, dalla quale ci siamo riscattati grazie alla Resistenza e alla lotta di liberazione che ha coinvolto anche la nostra città, causando diverse vittime non solo tra i partigiani, ma anche tra i civili“.

Cercasi informazioni sui martiri di Ponte Po

Secondo l’ANPI, alcuni sono ricordati da lapidi decorose, ad esempio quella dedicata ai quattro martiri e presente nell’omonima piazza nel centro di Carmagnola. “Altri cippi sono invece caduti nell’abbandono, come quello del partigiano Lodovico Vai, ucciso il 23 marzo 1945 in uno scontro con i fascisti sulla strada per Carignano: è dimenticato, nascosto dal guard rail e coperto dalle sterpaglie. E rischia nei prossimi lavori di ampliamento della carreggiata della ex statale 20 di essere ulteriormente danneggiato o rimosso”, denunciano .

Da qui la richiesta alla Giunta di ripristinare il cippo, dandogli una collocazione adeguata. “Lavoreremo anche per segnalare le molte targhe di vie dedicate ai caduti della lotta di Liberazione, chiedendo che anche esse siano risistemate in modo da ricordare degnamente i caduti a cui sono dedicate“, concludono dall’Associazione Partigiani.

Carmagnola: duro scontro tra Anpi e Comune sul 25 aprile