Nuove regole di accesso alle isole ecologiche del Consorzio SEA

173

Il Consorzio Servizi Ecologia Ambiente (SEA) ha comunicato i nuovi requisiti di accesso alle isole ecologiche dei Comuni di sua competenza. Le variazioni si applicheranno a partire dal 1° agosto.

Consorzio SEA isole ecologiche
Il Consorzio Servizi Ecologia Ambiente (CSEA) svolge per i Comuni associati tutte le attività ed i servizi finalizzati alla tutela della salute dei cittadini, alla difesa dell’ambiente e alla salvaguardia del territorio.

A partire dal 1° agosto 2024 verranno effettuate variazioni alle regole di accesso alle isole ecologiche del Consorzio SEA. Il nuovo regolamento di accesso è stato, nei giorni scorsi, condiviso con le associazioni di categoria e i Comuni del territorio di competenza SEA.

Una delle novità introdotte riguarda il fatto che i cittadini e le attività produttive potranno conferire soltanto i rifiuti urbani o ad essi assimilati: non sarà, quindi, possibile conferire i rifiuti “speciali” e l’accesso all’isola ecologica sarà vietato a tutti i rifiuti prodotti dalle attività agricole.

#IoLaButtoLì 2024, i protagonisti di Casa Surace si ispirano a Dante per smaltire correttamente i rifiuti

L’accesso all’isola ecologica sarà consentito agli utenti in regola con il pagamento della tassa rifiuti, sia utenti domestici (cittadini) o non domestici (attività produttive, ad eccezione delle attività agricole). È possibile utilizzare l’isola ecologica del proprio Comune e, nel caso in cui il Comune di residenza ne sia sprovvisto, bisogna rivolgersi alla struttura con cui il proprio Comune si è associato.

Per entrare nell’isola ecologica, sarà necessario esibire all’operatore il tesserino sanitario nel caso di utenza domestica, mentre per le utenze non domestiche servirà esibire la tessera specifica rilasciata dal Comune di appartenenza.

La stessa tessera deve essere esibita nel caso ci si presenti all’isola con un autocarro, van o furgone, ad uso commerciale o artigianale, mentre è richiesto il tesserino sanitario nel caso in cui un cittadino privato si presenti con un mezzo di categoria analoga a noleggio breve.

Il Consorzio SEA mette in guardia su truffe telefoniche da parte di finti operatori

Sarà, inoltre, necessario arrivare con i rifiuti già differenziati, senza far uso dei classici sacchi neri: in tal modo, sarà più rapido e più semplice per l’operatore verificare il contenuto e dare le corrette indicazioni per il conferimento.

Si potrà procedere al conferimento solo in seguito al via libera dell’operatore e alle sue indicazioni specifiche. Non si potranno portare all’isola ecologica bombole in pressione, estintori e qualsiasi oggetto contenente amianto, rifiuti che dovranno essere consegnati a ditte specializzate di smaltimento.

Per conoscere l’isola ecologica più vicina dove portate i propri rifiuti bisogna cliccare nella sezione “Comuni” del sito www.consorziosea.it e selezionare il proprio Comune. Per approfondimenti contattare comunicazione@consorziosea.it

Littering e rifiuti abbandonati, una campagna nelle Langhe e nel Roero per contrastare questi fenomeni