L’Oasi botanica del Ceretto festeggia 30 anni di attività

640

In programma una giornata “a porte aperte”, con visite guidate al sito naturalistico e un giro intorno al lago di cava. L’Oasi del Ceretto è frutto di un recupero ambientale promosso da Pro Natura Carmagnola.

 

oasi di ceretto lago di cavaSabato 29 settembre, in occasione dei 30 anni di educazione naturalistica ed ambientale all’Oasi botanico-ricreativa del Ceretto, è in programma una giornata di “porte aperte”, con visite guidate al sito e giro del lago.

Nel corso della giornata-evento si ripercorrerà la storia della cava, dal 1998 a oggi.
Ai partecipanti saranno illustrate le attività di recupero ambientale e di didattica naturalistica, con proposte per i bambini, gli adulti, le scuole e non solo.

L’area è frutto dell’intervento di recupero ambientale di una cava di inerti Unical della Buzzi Unicem, a oggi ancora in attività, avviato negli anni Ottanta da Pro Natura Carmagnola, su impulso di Giovanni Romolo Bignami e Oscar Casanova.

Si estende all’interno del Parco del Po torinese, su una superficie di oltre 7o ettari nel territori di Carignano e Carmagnola.
Al centro vi è il lago di cava, circondato da un sentiero di circa tre chilometri, tra canneti, praterie, un saliceto, aree umide e piccole isole.
L’Oasi naturalistica si trova lungo la Statale 663 che da Carignano porta a Saluzzo, in frazione Ceretto: al semaforo, svoltare a sinistra, seguendo la pannellistica.

Ingresso libero e gratuito, non occorre prenotare.
Per contatti e ulteriori informazioni, scrivere a visitaceretto@buzziunicem.it.